Be My Valentine
14 Febbraio 2019
Tia Wenkman: “È la danza l’amore della mia vita”
19 Febbraio 2019

By Giuseppe Trapani
13 Febbraio 2019

TV

Una nuova (breve, solo poche puntate) stagione di Montalbano ed è un boom di ascolti ai livelli di un grande show come Sanremo e che – con acutissima intelligenza – Raiuno piazza nel palinsesto successivamente al Festival. Con 11.108.000 telespettatori e il 44,9% di share il nuovo episodio della saga del commissario di Vigata dal titolo L’altro capo del filo – tratto dai romanzi di Andrea Camilleri editi da Sellerio con la regia di Alberto Sironi – ha conquistato il prime time e mette il turbo all’ammiraglia della Rai attraverso una strategia già sperimentata negli altri anni.

Il perché piaccia Montalbano è chiaro e va ribadito: analogamente alla dimensione narrativa dei libri da cui è tratto, laddove molta fiction è la somma di tanta noia, il serial made in Vigata non conosce cali di tensione pur rimanendo dentro il suo mondo apparentemente estraneo al nostro e nella sua ciclica ripetitività dei suoi personaggi. Detta filosoficamente, è un livello alto di mìmesi ossia imitazione della forma ideale della realtà, apertura di uno squarcio al presente e lavorarlo alla maniera di Montalbano dove sono netti i piani dell’etica e si conosce che a vincere è il bene, chi sbaglia paga e dove le vittime ricevono giustizia.

In questo legame tra lo spettatore e il prodotto vi è il successo in primo luogo di Luca Zingaretti il quale, dopo una prima legittima resistenza alla maschera del commissario (direi comprensibile) unita al giusto desiderio di emanciparsi per non venirne schiacciato, ha progressivamente compreso quanto sia giunto a quello stadio di icona che fu di attori del calibro di Gino Cervi, Roger Moore, Harrison Ford, Peter Sellers. Cioè personaggi incancellabili che entrano nella storia e nell’immaginario. E con lui gli altri personaggi insostituibili per la suprema coralità della narrazione come Cesare Bocci (Mimì Augello), Peppino Mazzotta (Fazio), Angelo Russo (Catarella) e Sonia Bergamasco nel ruolo di Livia.

Related Post