TVLand – Calcio femminile: Mondiale da notti magiche

Matthieu Jost – Mister B&B
26 Giugno 2019
Shire Music Festival: annunciata l’edizione 2019
28 Giugno 2019

By Giuseppe Trapani
27 Giugno 2019

TV

Stiamo vivendo una rivoluzione anzitutto sportiva e – per estensione – culturale: nelle nostre nuove notti magiche inseguiamo un sogno mondiale che è tutto calcio e donne. Sì, finalmente il calcio è anche per il gentil sesso o meglio lo è sempre stato, ma finora abbiamo dovuto fare i conti con gli alti bastioni innalzati sull’argomento. E con buona pace dei tanti maschi alfa e beta dietro e davanti la tv, la Nazionale femminile allenata da Milena Bertolini supera il girone e si erge a ruolo di protagonista della fase a eliminazione diretta del Mondiale in terra francese. Un successo anche televisivo, inaspettato visto che si giocava in contemporanea con gli Europei under 21, con entrambi gli eventi trasmessi dalla Rai.

Dietro questa squadra, femminile e brava, i colori si mescolano insieme agli entusiasmi: altro che rosa o blu.È un arcobaleno di simpatia, bravura, tattica e capacità di vincere che bisognerebbe addizionare molte squadre maschili per arrivare al tasso di energia e grinta messo in campo da Sara Gama e compagne. Esse – ripeto – funzionano anche in televisione e hanno portano in dote a Rai1 (e Sky sul satellite) tantissimo pubblico facendo registrare un boom. La partita tra Italia e Cina, infatti, è stata seguita da 4 milioni 579mila telespettatori e ha fatto registrare uno share record del 35,67%, superando il 32,8% relativo alla precedente sfida con il Brasile. E questo magnetismo del calcio femminile – nonostante la non esaltante produzione televisiva, una regia a tratti svogliata, i commenti di Giorgia Cardinaletti e le voci dallo studio – ha già prodotto una svolta sociale ricordando al paese che il calcio femminile è un fiore cresciuto nella nostra indifferenza maschilista, a dispetto di una televisione sportiva miope e autoreferenziale. Sono d’accordo con chi ha scritto che ci fa strano tifare per Barbara Bonansea, attaccante Juventus e punta delle azzurre mentre era naturale applaudire una tennista o una pallavolista. Ma palpitare per lo stop di una calciatrice non rientrava nell’ordine delle cose perché non ci era permesso fruire del prodotto televisivo.

Adesso non più e ci si sente pacificati con queste signore del calcio alle quali va il grazie di tanti appassionati. Fino a questo momento il mondiale di calcio femminile è l’evento televisivo di queste notti estive, roventi e magiche e tanto tanto femmine. Il prossimo appuntamento è per sabato 29 giugno, quando le azzurre si batteranno contro l’Olanda nei quarti di finale del torneo iridato. Calcio d’inizio alle ore 15:00. Pronti a tifare?