Weekend is Playlist vol. 23
20 Luglio 2018
Nina Moric: anche soli si rinasce
22 Luglio 2018

By Barbara Cialdi
20 Luglio 2018

Curiosi o appassionati di storia, arte, letteratura: Marsiglia sorprende e offre opportunità culturali per tutti i gusti. La prima cosa che si avvista dal mare è infatti la grande scritta Marseille, che ricorda tanto quella sulla collina di Hollywood. Arrivando al Vieux Port, cuore multiculturale della città, avete la seconda sorpresa: qui la vista è tutta per l’avveniristico palazzo in vetro del MuCEM, il Museo delle Civiltà d’Europa e del Mediterraneo. Mettete in agenda qualche ora per visitarlo, senza però dimenticare che Marsiglia ha tantissimo altro da offrire. Alle spalle del porto, sotto la sguardo della bonne mère, la basilica di Notre-Dame de la Garde che domina tutto il golfo, sorge invece il Panier, il quartiere più antico di Marsiglia. Un tempo rifugio di marinai e malfattori, negli ultimi anni è diventato una tappa obbligatoria per chi vuole perdersi tra vicoli pieni di storia e ristoranti dove assaporare la bouillabaisse (la tipica zuppa di pesce locale).

Al MuCEM per gli appassionati di storia della civiltà mediterranea

Se siete appassionati di navigazione, storia e cultura mediterranea, non potete non visitare le esposizioni del MuCEM. Qui vi attende una prestigiosa collezione di oltre un milione di oggetti provenienti dai paesi e dai popoli del bacino del Mediterraneo, dall’antichità ad oggi, tra cui reperti storici, utensili di uso quotidiano, abiti, strumenti musicali, mezzi di trasporto, oggetti religiosi, opere d’arte e fotografie. E per calarsi ancor più nella storia di questa città, dopo la visita percorrete il ponte sospeso sull’acqua che collega il museo al Fort Saint Jean, l’imponente fortezza costruita nel diciassettesimo secolo da re Luigi XIV. Qui potrete scattare spettacolari foto del Vieux Port, e i vostri bambini si divertiranno un sacco a giocare a fare i Crociati, intenti a difendere Marsiglia dagli attacchi dal mare.

Amanti dell’arte, il Palais Longchamp vi attende

Eclettica e innovativa, la città di Marsiglia è pronta a stupire, offrendo percorsi anche per i grandi amanti dell’arte al Musée des Beaux Arts, il più antico della città ospitato a Palais Longchamp, palazzo dell’Ottocento che già da solo vale la visita. Non fermatevi all’esterno ad ammirare il gioco di acque della sua maestosa fontana, ma entrate a scoprire l’arte europea dal XVI al XVIII secolo. Tra i pittori del Nord, la scuola italiana del Caravaggio e i grandi classici francesi da Corot a Courbet, scoprirete anche che proprio a Marsiglia, nell’Ottocento, esisteva una fiorente scuola di arte e ammirerete i paesaggi provenzali qui custoditi con cura. Di ritorno verso il porto percorrete la Canebière, il viale che attraversa tutto il centro e vi riporta al mare, costellato da palazzi curati e sontuosi. Uno spettacolo per gli occhi.

Come il conte di Montecristo: con Dumas sul Chateau d’If

Gli appassionati di letteratura potranno calarsi nei panni di uno dei più avvincenti protagonisti del romanzo del grande Alexandre Dumas, Il conte di Montecristo, raggiungendo una piccola isoletta al largo della costa – vi si arriva comodamente con un battello dal Vieux Port – su cui è arroccato lo Chateau d’If, un forte che fu per secoli un carcere. Qui potrete vedere dove venne imprigionato il suo detenuto più famoso: José Custodio de Faria, ovvero il personaggio (reale) a cui è ispirato uno dei protagonisti del romanzo di Dumas, cioè l’abate Faria. La vista dall’isolotto è impagabile, sulla baia di Marsiglia e sulle altre piccole isolette de Frioul.