Matteo Fronduti: Buono + Buono = Manna
22 Marzo 2019
Carla Sorrenti – Eleganza d’antan
25 Marzo 2019

By Barbara Cialdi
22 Marzo 2019

Bastano pochi minuti in giro per Bruges per capire immediatamente il motivo per cui la chiamano “la Venezia del nord” o “Die Scone”, la bella. Vivace e frizzante, sospesa in un eterno Medioevo, curata come un museo a cielo aperto, la città fiamminga è assolutamente una delle più romantiche al mondo, ed è ideale per essere scoperta in un week end alle porte della primavera, per cambiare aria dopo un lungo e grigio inverno. Il segreto del fascino di questa città poco conosciuta è assolutamente semplice: serviranno pochi sforzi per innamorarsene perché Bruges è… Bruges. Le strette strade acciottolate, le eleganti piazzette e le sponde dei canali, ammirando i palazzi decorati, le pittoresche case in mattoni, i negozi di pizzi e i merletti, il souvenir artigianale più famoso della città. Inevitabile rimanerne stregati. Assolutamente da visitare il Markt, la piazza del mercato che fa da centro di gravità per cittadini e turisti, con il suo alto edificio dai 366 gradini che vi permetterà di ammirare dall’alto un panorama indimenticabile. Salendo, potrete vedere il grande meccanismo del Carillon, composto da 47 campane, che suona ogni quarto d’ora.

Una volta terminato il giro a piedi, è tempo di salire a bordo per un tour sui tranquilli canali della città. Navigando su una piccola barca lungo il Groenerei o il Rozenhoedkaai si ammira Bruges da un punto di vista unico, scoprendo scorci e angoli nascosti inaccessibili a piedi. Potrete scattare le fotografie più belle della vostra visita, ma fate attenzione alla testa quando passerete sotto i ponti più bassi! Non ci sono invece barche sul Minnewater – il “lago dell’amore” – ma coppie di altezzosi cigni bianchi, che sono anche il simbolo della città. Il lago e il grazioso parco che lo circonda sono situati nella parte meridionale del centro storico, e vi regalano un altro assaggio della romantica bellezza che rende Bruges un luogo davvero originale e caratteristico.

Bruges è anche un piccolo paradiso per i golosi. Impossibile non assaggiare il piatto nazionale belga: le gustose moules-frites, le cozze con contorno di patatine fritte. Così come assolutamente da provare la classica birra trappista (prodotta dai monaci dell’omonimo ordine) in una delle numerose birrerie della città, o sedendovi comodi ai tavolini del birrificio De Halve Maan per gustare la birra ufficiale di Bruges, la Brugse Zot. Se preferite invece il dolce, andate direttamente in una delle oltre cinquanta cioccolaterie, che sono un mix tra laboratori artigianali e veri e propri atelier del cacao: qui farete il pieno di cioccolatini farciti, praline e tavolette. Secondo molti intenditori, il cioccolato più buono della città lo troverete da Dumon, luogo dal perfetto mix di ricette tradizionali, sapori unici e design, a due passi dalla piazza del Mercato. Il modo migliore per accogliere la primavera è fare scorta di dolcezza.