L’avete mai provata la sensazione di essere inadeguati?

Salvatore Mazzarella
10 Febbraio 2015
La pittura proustiana di Mauro Di Silvestre
13 Febbraio 2015

L’avete mai provata la sensazione di essere inadeguati?

slide-interna-alessandro-navaBy Alessandro Nava
11 Febbraio 2015

L’avete mai provata la sensazione di essere inadeguati?

Quella paura inspiegabile eppur così potente da lasciarti inerme di fronte alle occasioni della vita. Perché a ben vedere la vita concede continuamente delle opportunità per essere se stessi, per dare un senso alla vita stessa. Siamo una generazione potenzialmente più fortunata, poiché lontano è il ricordo di certe orribili brutture dell’umanità e vicina, presente, la percezione che tutto sia accessibile.

Eppure in tanti momenti si sopravvive alla vita. Che è ben diverso dal viverla. Succede così che si smette di sognare, di crederci, di provarci, di dare forma alla nostra essenza. Si sopravvive appunto. Ed è successo anche a me. Sembra di ritrovarsi ad essere spettatore di uno spettacolo che non comincia mai.

Alienante.

Ma come dicevo le occasioni sono lì, spesso più numerose di quanti siano quelli pronti a coglierle. E si presentano sotto le più svariate forme. In uno di questi momenti bui mi ha aiutato moltissimo una splendida riflessione di Nelson Mandela, che mi fu fatta leggere da una persona molto speciale qualche anno fa. Mi ha aiutato a riprendere in mano le redini della mia vita quando, invece che correre impavido e fiducioso verso il futuro, godendomi il presente ed orgoglioso del passato, mi sono smarrito.

Voglio condividerla con chiunque cerchi di accendere o riaccendere la scintilla che è dentro di sé e darsi un’occasione.

Perché la verità è che…

La nostra più grande paura
non è quella di essere inadeguati.
La nostra più grande paura
è quella di essere potenti oltre ogni misura.
E’ la nostra luce, non la nostra ombra
a spaventarci di più.
Ci domandiamo: “Chi sono io per essere brillante,
pieno di talento, favoloso? “
In realtà chi sei tu per NON esserlo?
Il nostro giocare in piccolo,
non serve al mondo.
Non c’è nulla di illuminato
nello sminuire se stessi cosicchè gli altri
non si sentano insicuri intorno a noi.
Siamo tutti nati per risplendere,
come fanno i bambini.
Siamo nati per rendere manifesto
ciò che è dentro di noi.
Non solo in alcuni di noi:
è in ognuno di noi.
E quando permettiamo alla nostra luce
di risplendere, inconsapevolmente diamo
agli altri la possibilità di fare lo stesso.
E quando ci liberiamo dalle nostre paure,
la nostra presenza
automaticamente libera gli altri.

Qui su StarsSystem vi abbiamo raccontato, e continueremo a farlo, tante storie di ragazzi e ragazze che, nonostante le difficoltà, ai propri desideri non hanno mai rinunciato o sono comunque sempre tornati a crederci. Lo facciamo perché sosteniamo i sogni, di qualunque natura siano. Crediamo fortemente che in ognuno ci sia qualcosa di magico e sia la condivisione del meglio di sé a rendere tutto più bello.

Quando si è circondati di persone appagate, non si può che essere felici.

Voglio quindi fare un enorme in bocca al lupo ad alcuni di questi Amici che, proprio nei prossimi giorni e settimane, si troveranno di fronte nuove sfide sul proprio percorso umano e professionale e di cui vi racconteremo prossimamente.

Storie di ragazzi e ragazze che non hanno paura di esporsi, di crederci, di guardare avanti.

Come il mio “fratellino” Stefano Sala, che parteciperà a Notti sul ghiaccio e sono certo si farà notare…

Come sta facendo la mia tostissima amica Cristina Buccino, neo-naufraga su L’isola dei Famosi. Il cantante Giovanni Caccamo canterà nella sezione giovani del Festival di Sanremo e con la sua voce lascerà tutti incantati come fece qualche anno fa nel giorno del mio compleanno, posso scommetterci. E poi ancora incontreremo il fotografo e scrittore Maurizio Fiorino alle prese col suo nuovo romanzo, dopo l’incredibile successo della sua opera prima Amodio. E il campione mondiale di poledance Davide Zongoli, che ha fatto del suo corpo scultoreo un’opera d’arte.

Perché vogliamo raccontare e dare voce al “nuovo che avanza”.

Ah dimenticavo, io andrò a farmi un giro al Grand Hotel Chiambretti perché quello è un luogo speciale, dove puoi incontrare chiunque. Liberi pensatori, popstar, modelle, intellettuali, artisti. Sarà un grande spettacolo!

Restate quindi sintonizzati e… staystars!