Massimo Di Cataldo: “La musica mi ha salvato”
18 Ottobre 2018
Tatuaggi di coppia: le star pentite
19 Ottobre 2018

A differenza di Icaro

slide-interna-alessandro-navaBy Alessandro Nava
19 Ottobre 2018

“La timidezza all’inizio per me era un difetto, ma col tempo ha fatto la differenza in positivo: è dal mio essere introverso che nasce la sicurezza per ciò che faccio”. Curioso, quasi stordente: al giorno d’oggi non sembra esserci spazio e vita per dichiarazioni come queste, specialmente nel mondo della moda. E invece mai confondere la riservatezza con l’insicurezza. Questo spiega quanto è bello essere una mosca bianca, e quanto difficile ma al tempo stesso gratificante possa significare essere Fabio Mancini. Da diciassette stagioni consecutive volto e modello per Giorgio Armani: uno dei volti del modeling nostrano capace di imporsi in tutto il mondo, con i primi provini fatti in punta di piedi, quasi senza voler disturbare. E così Fabio esulta, tra sè, quando vede il suo volto troneggiare sui palazzi di Milano e New York, di Parigi e Hong Kong. Un’esultanza pacata, non trattenuta, perchè la felicità scoppia dentro. E non fa rumore.

Model: Fabio Mancini
Ph: Daniele Cardone