Pink ha qualcosa da dirci…
30 Agosto 2017
Lady D, la principessa eterna
31 Agosto 2017

Da ragazza della porta accanto a indomabile bisbetica dello showbiz. La trasformazione per Taylor Swift è ormai compiuta, e a farne le spese siamo tutti noi: anche con l’ultimo singolo, Look What You Made Me Do, è andata così. E non fatevi ingannare dal record di streaming su Spotify e visualizzazioni su YouTube (numeri che sommati portano a 40 milioni complessivi di utenti unici in appena 24 ore).

Il brano della Swift non porta freschezza alcune nel panorama della musica pop, ma si fa riconoscere solo per le innumerevoli frecciatine e versi al veleno rivolti ai nemici di vecchia data, ex membri della sua Squad e ai tanto famigerati media. Impossibile non cogliere i riferimenti alla rivale di sempre Katy Perry (che starà giustamente facendo spallucce),e inoltre Tay Tay ha deciso di dissotterrare l’ascia di guerra nei confronti di Kanye West e della moglie Kim Kardashian, facendo il “verso” della rapina subita un anno e mezzo fa a Parigi dalla it girl e moglie del rapper.

Un gesto decisamente poco da star e donna irreprensibile come la Swift ama definirsi, ma probabilmente dopo tre anni di silenzio musicale questo era l’unico modo che aveva per far tornare a parlare di sè.

E pensare che il nuovo album è stato pure intitolato “Reputation”

Un post condiviso da Taylor Swift (@taylorswift) in data: