Rossana Carretto – Amore Organico
13 Marzo 2018
Colin Firth: cornuto con classe
13 Marzo 2018

Paris Hilton si è trasformata in un clone di Kim Kardashian per la prossima campagna pubblicitaria Yeezy. Poco importa che la foto abbia guadagnato oltre 2 milioni di mi piace e che Kim abbia scritto che Paris resta sempre la it girl “originale”, ormai la bionda ereditiera ha perso il suo fascino.

Salita agli onori della cronaca nel 2003, la ragazza è riuscita a guadagnarsi ogni tipo di copertina ed essere una delle star più iconiche di quegli anni con il suo show The Simple Life e le sue comparsate in tutti i locali più in del momento. In quegli anni Kim era soltanto la sua amica, che ogni tanto la aiutava a riorganizzare l’armadio, così pieno di vestiti da non accorgersi nemmeno di essere stata derubata due volte.

Perché allora Kim sta avendo successo, con una carriera che dura ormai da 10 anni mentre Paris non è che la star di tempi passati? L’ereditiera ha sempre cercato di diventare una celebrity vera e propria, mentre il Klan Kardashian ha creato una nuova versione di celebrità. Queste ultime non hanno paura di vivere di gossip e scandali. Esempio principe è stato il modo in cui Kim è riuscita a rendere il suo sex tape un trampolino di lancio per la sua futura carriera. Paris invece ne è rimasta vittima e ha cercato di mantenere del mistero attorno alla sua personalità, perdendo la possibilità di trasformare tutti gli episodi negativi della sua vita in followers.

In un mondo dove qualsiasi cosa che accade è “content” per le proprie piattaforme social, Paris non interessa più. L’ereditiera è figlia di un’era ormai passata; il ruolo della bionda stupida non funziona più. Tutti cercano la verità, o perlomeno quella versione che ci mostrano nei reality show.

Un post condiviso da Paris Hilton (@parishilton) in data:

#YeezySeason6 #ParisHilton #ForeverTheOG YEEZYSUPPLY.COM

Un post condiviso da Kim Kardashian West (@kimkardashian) in data: