Black Panther, un film da record
19 Febbraio 2018
DUE – Raoul Bova e Chiara Francini
19 Febbraio 2018

Sex and The City è diventato un telefilm culto non solo per lo stile della protagonista o per la “rivoluzionaria” maniera in cui veniva discusso il sesso; il successo di SATC si deve principalmente all’amicizia tra le quattro protagoniste: Carrie, Samantha, Charlotte e Miranda.

Nonostante l’amore professato dalle quattro donne davanti alle telecamere, più di una volta si è parlato di tensioni sul set tra Carrie, interpretata da Sarah Jessica Parker, e Samantha, interpretata da Kim Cattrall. Ad aver portato la loro relazione alla rottura definitiva, il rifiuto da parte della Cattrall di partecipare alla terza pellicola basata sulla serie.

Il confronto però è passato da rumors sui maggiori tabloid ai social quando Sarah Jessica Parker ha pubblicamente fatto le sue condoglianze a Kim Cattrall dopo la morte, assolutamente improvvisa, del fratello di quest’ultima. Kim non ha accettato il messaggio di buon grado scrivendo sul suo Instagram: “Non ho bisogno del tuo sostegno in questo tragico momento. Mia mamma oggi mi ha chiesto: “Quando quell’ipocrita di Sarah Jessica Parker ti lascerà in pace?”. La tua continua ricerca di contatto è un doloroso promemoria di quanto eri e sei crudele. Lasciami essere molto chiara: tu non sei la mia famiglia. Non sei una mia amica. Quindi per l’ultima volta ti dico di smettere di sfruttare la nostra tragedia per ripristinare la tua immagine di bella persona”.

Un messaggio durissimo che ha finalmente tolto ogni dubbio sui presunti contrasti tra le due donne. Nei giorni successivi, alcuni attori si sono schierati in difesa di Sarah Jessica Parker, definendola una donna dolcissima. Quest’ultima però si è rifiutata di commentare l’uscita della ex collega. Solo una cosa è certa: la magia di Sex and the City si è definitivamente spenta.