Capelli e natura: un binomio di lusso
20 Marzo 2017
Zayn Malik, la mamma è sempre la mamma
21 Marzo 2017

By Antonino Pezzo
21 Marzo 2017

A Los Angeles si vola alto, ma questa volta Selena Gomez ha rischiato di farsi male sul serio. La macchina di visibilità sulla quale si muoveva le ha regalato un viaggio di sola andata per una clinica psichiatrica nel Tennessee. La cantante americana, con ben 114 milioni di followers, è al momento la persona più seguita al mondo su Instagram, sbaragliando personalità come Taylor Swift (99,2 ml) e Beyoncé (97,5 ml). Queste scariche di numeri, però, l’hanno catapultata in un tunnel di completa sottomissione verso il social proprietà di Zuckerberg. La situazione è tristemente precipitata quando l’ex star Disney si è resa conto di non riuscire a staccare più gli occhi dal cellulare, perdendo così il contatto con la realtà.

Selena si era proprio messa in testa di poter fare qualunque cosa, dal gestire personalmente il suo profilo a badare alle migliaia e migliaia di richieste dei fans.

“Quando sono diventata la persona più seguita sul social network sono entrata nel panico. Era la prima cosa a cui pensavo quando mi svegliavo e l’ultima prima di andare a dormire. Una vera e propria dipendenza. Mi sentivo come se vedessi cose che non volevo vedere, come se mi mettessi in testa cose di cui non volevo preoccuparmi. Finisco per sentirmi da schifo ogni volta che guardo Instagram” ha affermato la cantante.

Purtroppo la Gomez non è l’unica a esser finita in questo incubo. Divenire dipendenti dai social, trasformarsi in vere e proprie industrie web, è ormai una costante per molti. Tuttavia i centri di recupero dislocati in tutto il pianeta non bastano. Smantellare una dipendenza può avere esiti terribili. Nessuna cura è sufficiente se non viene associata a una grande forza di volontà dell’individuo.