Weekend is Playlist vol. 39
25 Gennaio 2019
AltaRoma 2019: nuovo concept per la kermesse capitolina
28 Gennaio 2019

By Luca Forlani
25 Gennaio 2019

Il Festival di Sanremo. È indubbiamente la kermesse più importante del nostro Paese, e rappresenta un unicum anche a livello mondiale. Un format tutto italiano, potremmo dire. E una vetrina importante per artisti più o meno affermati. A vincere, si sa, non è sempre la canzone migliore. Sono molti i vincitori che dopo il Sanremone italico hanno conosciuto l’oblio. Molti di essi stanno trovando nuova linfa televisiva grazie a Ora o Mai più, show musicale rivelazione della scorsa stagione televisiva tanto da meritarsi la promozione al sabato sera invernale.

Proprio nella scorsa edizione del programma ha partecipato un duo diventato, suo malgrado, simbolo delle meteore sanremesi: i Jalisse. È il 1997 quando questa coppia di semi sconosciuti vince il Festival con Fiumi di parole, un trionfo che divise stampa e pubblico e su cui sono stati consumati fiumi (è proprio il caso di dire) d’inchiostro. Nel 1998, Annalisa Minetti vince tra i giovani e grazie al regolamento di quell’anno (simile alla scelta di Baglioni per questa edizione) viene ammessa direttamente tra i big. E si classifica al primo posto con Senza te o con te, surclassando addirittura Antonella Ruggiero, solo seconda. Nel 1995 si impongono tra i giovani i Neri per Caso, un gruppo a cappella italiano. La canzone Le ragazze ottiene un buon successo, ma il gruppo pur continuando il percorso artistico, non raggiunge più altri successi discografici di rilievo. Nel 1992, la coppia formata da Aleandro Baldi e Francesca Alotta si afferma nella sezione Giovani con una canzone destinata a diventare un tormentone e a fare il giro del mondo: Non amarmi. Dopo quel Sanremo se di Francesca Alotta si perdono sostanzialmente le tracce – salvo tornare recentemente in tv in programmi revival come Ora o Mai più – Aleandro Baldi vince un altro Sanremo nel 1994, questa volta tra i big, con Passerà piazzandosi davanti a Giorgio Faletti e a una giovanissima Laura Pausini. Questi sono esempi di vincitori meteore più recenti e noti, chi di voi, invece, si ricorda Tiziana Rivale? Siamo nel 1983 e questa giovane sconosciuta trionfa a sorpresa con Sarà quel che sarà. La cantante resterà sconosciuta ai più, salvo apparire saltuariamente in tv nelle numerose trasmissioni di Paolo Limiti. Nel 1979 vince tal Mino Vergnaghi con Amare: dopo quel Sanremo l’oblio. Oggi fa il corista e collabora come autore in molti album di artisti famosi, per esempio ha scritto la musica di Di sole e d’azzurro, seconda classificata al Festival di Sanremo 2001. Il 1975 è un annus horribilis per Sanremo, un’edizione boicottata dalle case discografiche e poco promossa dalla stessa Rai. Vince Gilda con Ragazzo del sud. Profetiche le parole di Emio Donaggio, giornalista de La Stampa, che l’indomani della vittoria scrive: “Ieri Gilda non era nessuno, oggi ha vinto, domani torna nell’anonimato”.

E così è stato, la cantante lascia poco dopo la musica per gestire un albergo a Torino. Sono tanti cantanti che, pur non vincendo, hanno sfornato una grande hit per poi cadere nel dimenticatoio. Ricordi del cuore cantata da Antonella Arancio nel 1994 fa il giro del mondo. Brutta di Alessandro Canino è il tormentone del 1992. Negli anni ’80 raggiungono i vertici della hit parade post sanremese Stefano Sani con Lisa e Donatella Milani con Volevo dirti per poi sparire nel dimenticatoio. Alzi la mano chi si ricorda di Fra Giuseppe Cionfoli? Che partecipa addirittura a due Sanremo (1982 e 1983). Dopo aver lasciato il saio continua la sua carriera musicale, diventa prima padre, poi nonno, ed entra persino in politica. Le vie del Signore – e di Sanremo – sono davvero infinite. In anni più recenti non è toccata una buona sorte anche a Povia, vincitore nel 2006 con la surreale Vorrei avere il becco. Anche i due “amici di Maria” Marco Carta e Valerio Scanu, vincitori rispettivamente nel 2009 e nel 2010, dopo le vittorie sanremesi non hanno ottenuto il successo sperato. Che dire dei Gazosa? Gruppo di teenagers vincitore della sezione giovani nel 2001. La cantante Jessica Morlacchi, dopo aver tentato la carta del talent show con The voice nel 2013, si gioca ora la sua ultima possibilità di rilancio con Ora o Mai più. Al contrario, sono innumerevoli gli artisti le cui carriere sono decollate proprie grazie a una vittoria sul palco dell’Ariston. Un nuovo Sanremo è alle porte, speriamo che a vincere possa essere davvero il migliore. E chissà che anche qualcuna di queste meteore non possa tornare a manifestarsi… San Remo, pensaci tu!