Givenchy: l’eleganza che non tramonta mai
31 Maggio 2018
Weekend is Playlist vol. 16
1 Giugno 2018

By Mariella Baroli
31 Maggio 2018

La scorsa settimana, il rapper Pusha T ha pubblicato Daytona, il suo primo album dopo una pausa di tre anni. Il disco prodotto insieme a Kanye West contiene un diss (ovvero una traccia offensiva e di scherno) nei confronti di Drake. Nella canzone Infrared infatti King Push rispolvera lo scandalo del 2015 in cui il cantante di Hotline Bling veniva accusato di non scrivere i suoi testi, ma di farsi aiutare da una serie di ghost writers, primo tra tutti Quentin Miller. Che Pusha T e Drake non si piacessero granché era chiaro da tempo. La loro faida nasce nel 2010 quando il rapper canadese inizia a lavorare con Lil Wayne, con cui Pusha ha già discusso in passato. Negli anni i due continuano a pubblicare canzoni contenenti dissing, infatti se Pusha pensa che Drake sia un falso e che la sua musica non sia autentica, Drake dal canto accusa il rapper newyorchese di ritenersi più bravo e famoso di quanto in realtà non sia.

Dopo l’uscita di Infrared, Drake ha subito pubblicato Duppy Freestyle, traccia in cui il rapper dice di non essere interessato a queste “scemenze” e di come il rivale lo abbia nominato solo per ottenere una sua reazione e quindi vendere qualche copia in più del suo nuovo album. Pusha T ha inizialmente risposto alla canzone su Twitter chiedendo a Drake di mandargli fattura per il suo “aiuto”, provocazione a cui il cantate ha immediatamente risposto con un’immagine del documento su Twitter. “Assistenza nella promozione e rianimazione di carriera” per la modifica cifra di 100.000 dollari.

All’ultimo affronto Pusha ha risposto di nuovo in musica con The Story of Adidon. Nella canzone Drake viene accusato di avere un figlio illegittimo dalla pornostar americana Sophie Brussaux e utilizzando come copertina una foto di Drake che ha fatto parecchio scalpore in rete. Basterà aspettare l’uscita del nuovo album di Drake Scorpion, prevista per questo giugno, per scoprire se Drizzy  avrà voglia di rispondere per le rime oppure lasciar cadere tutto nel silenzio.

Un post condiviso da champagnepapi (@champagnepapi) in data:

You’re welcome. ?

Un post condiviso da champagnepapi (@champagnepapi) in data: