“Le migliori”, il ritorno di Mina e Celentano

Fiocco azzurro in casa Di Vaio, è nato Nathan Leone
28 Novembre 2016
The Crown, Netflix fa ancora centro
29 Novembre 2016

Mina e Celentano sono tornati. Il nuovo album dal titolo Le migliori arriva diciotto anni dopo il primo cd Mina Celentano, pubblicato nel 1998 con un volume di vendita superiore al milione di copie. Questa nuova collaborazione tra due mostri sacri della musica italiana vede undici canzoni inedite e una cover della celebre Prisencolinensinainciusol.

celentano_2

Le migliori è lontano dall’essere un progetto pesante e celebrativo, piuttosto è un mix di dinamicità ed energia: è un album in continuo movimento, leggero e con la giusta dose di ironia. Nonostante si parli tanto d’amore, lo si fa evitando di mettere in primo piano drammi sentimentali: vengono raccontate storie di amanti inconsolabili, di relazioni finite, utilizzando però una chiave ironica.

“Il disco è nato in maniera molto spontanea, da una semplice telefonata. Si sono parlati e hanno deciso che forse era il momento di registrare di nuovo qualcosa insieme”. Claudia Mori ha sintetizzato così la nascita del disco raccontando anche i dettagli del loro incontro: “Siamo andati a Lugano, da Mina. Poi lei e Adriano si sono sentiti per mesi per riuscire a scegliere i brani giusti, capire quali avrebbero funzionato per le voci di entrambi”. A scrivere per loro grandi esperti di musica italiana come Andrea Mingardi ma anche giovani promesse come Fabio Ilacqua e Francesco Gabbani, passando per Mondo Marcio (già in passato al lavoro con Mina), Riccardo Sinigallia e Luca Rustici.

Dieci dei dodici brani sono interpretati in duetto. Ne Il bambino col fucile canta Celentano da solo mentre Quando la smetterò vede la sola presenza di Mina. Il resto dell’album è un continuo stuzzicarsi tra i due che riescono a spaziare fra i generi più diversi. Ma che ci faccio qui è una canzone divertente dai ritmi pop dove Mina risponde col parlato ad alcune parti cantate da Celentano. Amami amami e Ad un passo da te (che ricorda vagamente Acqua e sale) sono brani molto intensi e carichi di energia. Ma che ci faccio qui, scritta dal giovane Pietro Paletti, è una delle canzoni più irresistibili dell’album dove i due cantano, ballano, si confidano in un brano che è un vero e proprio racconto sull’ipotesi di un tradimento. In Sono le tre le due voci si mescolano creando un’atmosfera a cui è difficile resistere. È una riflessione sulla voglia degli essere umani di restare vicini. Infine è presente anche una versione techno di Prisencolinensinainciusol dove si può ascoltare una parte rap interpretata da Mina.

Come spesso accade non sono mancate le polemiche. Questa volta hanno riguardato la copertina del cd, con il fotografo Ari Seth Cohen che ha denunciato un tentativo di plagio. L’artista era stato contattato per realizzare il servizio fotografico della copertina del disco ma per questioni economiche l’accordo non era stato raggiunto e il fotografo, mesi dopo, ha ritrovato come cover un suo vecchio scatto, identici stili e colori, ma con la sola differenza che le “modelle” sono gli stessi Mina e Celentano che hanno prestato il proprio volto per la copertina. In attesa di vederli di nuovo assieme in tv (il 12 dicembre su Rai Uno) la nuova sinergia tra Mina e Celentano rappresenta una delle note (musicali) più liete di questo 2016.

TRACKLIST
– AMAMI AMAMI
– È L’AMORE
– SE MI AMI DAVVERO
– TI LASCIO AMORE
– AD UN PASSO DA TE
– NON MI AMI
– MA CHE CI FACCIO QUI
– SONO LE TRE
– IL BAMBINO COL FUCILE
– QUANDO LA SMETTERÓ
– COME UN DIAMANTE NASCOSTO NELLA NEVE