Raffaella Tessarin: “Con Le Gemelle Gioielli ho trasformato le tenebre in luce”

I libri di marzo
1 Aprile 2021
Stardust
13 Aprile 2021

Serena Casellato
9 aprile 2021

Una storia iniziata con tanta sofferenza alle spalle. Un’avventura, quella di Raffaella Tessarin, che ha richiesto coraggio nel riscattarsi prima come donna e poi come madre, perseguendo il  fuoco della creatività che l’ha portata a realizzare Le Gemelle Gioielli, un brand tutto italiano e unico nel suo genere, fatto di amore per l’artigianato e per la sostenibilità sociale. Una storia  coinvolgente che Raffaella ha raccontato in un’intervista esclusiva a StarsSystem. 

Raffaella, come nasce l’idea dei gioielli Le Gemelle? E come mai hai scelto questo  naming?  

Il mio brand, Le Gemelle Gioielli, nasce dopo anni di sofferenza subita. Hai presente uno di  quei momenti dove pensi di aver toccato il fondo e senti il tuo cuore rompersi in mille pezzi?  Ecco, in quel periodo avevo già tre figli ed ho capito che con la mia volontà e la mia grinta  potevo trasformare anche le tenebre in luce. In questo specifico caso “il fare” mi ha aiutata a  risollevarmi, donando gioia a me e alle persone che mi sono state vicine, in particolare ai miei  figli. Non c’è felicità più grande di vedere la propria mamma riscattarsi. Il progetto Le  Gemelle è arrivato proprio come una forza esterna e mi ha permesso di comprendere che non  avrei mai dovuto mollare.  

Il naming del marchio proviene dal forte legame che ho instaurato con un’amica, che si è  rivelata come una sorella, o meglio, una gemella, sostenendomi durante questo periodo  difficile. Un giorno infatti, al telefono con lei, ho iniziato a disegnare il mio cuore: era solo,  abbandonato, lacerato e sanguinante, così con la tenacia che mi caratterizza ho scelto di  ricomporlo minuziosamente, facendo attenzione a guarire le ferite e mostrando al mondo  intero la bellezza che può emergere dagli abissi. Da qui è partito tutto, ma ci tengo anche a  ricordare che il nome “Le Gemelle” mi è stato consigliato da un vero e proprio angelo, un  uomo molto importante per me che mi è stato vicino nel mio periodo buio e che anche se  purtroppo ora non c’è più, continua a giacere nel mio cuore e nell’anima del brand.  

 

Ti sei sempre impegnata nel sostenere le donne. Ci racconti il valore della femminilità? E  qual è la collezione che più ti rappresenta?  

Sono profondamente convinta che l’amore sia la forza capace di muovere il mondo intero. Le  Gemelle è un progetto che nasce dalle donne e pensato per le donne. Ogni mia collezione  vuole rendere omaggio alla femminilità, questo aspetto si manifesta anche nelle forme dei  gioielli: osservandoli attentamente si potrà notare che le rotondità del cuore rappresentano  simbolicamente le curve di ogni donna e questo è un elemento che cerco di mantenere in ogni  collezione. Chi indossa un gioiello Le Gemelle deve sentirsi libera di essere se stessa, sicura e  protetta, per me questo è il valore più grande. Inoltre tutte le donne che sostengono il mio  progetto diventano delle gemelle, unite dal profondo legame dei nostri cuori.  

La linea Cuore Sospeso con le pietre colorate è quella che più mi rappresenta, poiché indica la  “sospensione” dell’anima fra il cielo e la terra. Il Cuore Sospeso è un cuore resiliente, a volte  impenetrabile, timido e impaurito, ma talmente forte da rompere esso stesso la sua corazza,  implodendo e dimostrando a chiunque la forza che lo contraddistingue.

Viviamo in una società iper tecnologica, caratterizzata da produzioni standardizzate.  Raccontaci dell’importanza che dai al Made In Italy e all’artigianato.  

Per giungere alla realizzazione dei gioielli Le Gemelle sono tornata alle mie origini: io sono  cresciuta in campagna, un ambiente magico che mi ha permesso di sviluppare la mia creatività  spontaneamente. I miei giochi infatti erano gli elementi naturali quali le pietre, la terra, i fiori  e le piante. Sin da bambina ho instaurato un rapporto profondo con la manualità e la fantasia. Anche per queste ragioni ho voluto che i gioielli Le Gemelle fossero creati artigianalmente in  Italia, realizzati da mani esperte e non da macchine standardizzate. Il Made In Italy per me ha  un valore inestimabile, è sinonimo di qualità, originalità e di cura del dettaglio, inoltre  l’artigianalità conferisce unicità alle mie creazioni, poiché ogni gioiello viene ideato in base  alle preferenze o alle caratteristiche fisiche di ciascuna donna. Una collezione fatta a mano è talmente ricca di bellezza che si tramuta in un’opera d’arte. È proprio così che vedo i prodotti  Le Gemelle: pura arte da indossare.  

 

Giada, Madreperla, Quarzo Rosa, Calcedonio: sono solo alcune delle pietre preziose dei  gioielli Le Gemelle. Ad ogni gemma il suo colore. Credi nel potere dell’armocromia?  

Sì, ci credo profondamente. Ogni pietra preziosa non è soltanto protagonista dei gioielli Le  Gemelle ma ha un determinato significato e proprio per questo mi piace consigliare a ciascuna  donna la gemma adatta a lei, infatti cerco di instaurare un legame con chi vuole acquistare le  mie creazioni, andando oltre alla mera vendita. Le pietre nascondono una storia affascinante e  misteriosa, ricca di simbologia. Per fare un esempio, il Lapislazzuli aumenta la  concentrazione, permettendoci di riordinare il nostro corpo, la nostra mente e il nostro spirito;  infatti l’anello Cuore Sospeso Lapis è stato pensato per le donne che senza voler apparire  emergono per i loro colori e per la loro determinazione. Ti svelo un segreto… io dormo con una pietra sotto il cuscino e l’ho scelta proprio in base ai  colori e alle sensazioni che riesce a trasmettermi.  

 

Pensa ad un personaggio famoso dei giorni nostri o del passato. Da chi vorresti vedere  indossato uno dei tuoi gioielli? 

In realtà mi piacerebbe che ogni donna indossasse uno dei miei gioielli, perché penso che le  creazioni Le Gemelle conferiscano amore e gioia a chi li porta, ma se dovessi proprio  scegliere un personaggio famoso dei giorni nostri probabilmente opterei per Sharon Stone,  una donna ambiziosa, determinata e femminista, con un fascino unico nel suo genere.  Invece  pensando ad una donna famosa del passato mi viene in mente Grace Kelly, icona di stile ed  eleganza ma anche forte e all’avanguardia, fuori dagli schemi. Mi rivedo molto in queste due  magnifiche donne.

La sostenibilità è diventata un elemento imprescindibile nel settore della moda. Ritieni  che sia importante anche nel mondo dei gioielli? Secondo la tua esperienza, come può  differenziarsi un designer emergente in un mercato così competitivo?  

Sì, secondo il mio punto di vista la sostenibilità, sia sociale che ambientale, dovrebbe essere  un valore insito in ogni realtà imprenditoriale, dunque anche nel settore della gioielleria. Uno  degli obiettivi più importanti del mio brand è sostenere le associazioni a tutela delle donne,  promuovendo così il cambiamento sociale. Tutti possono agire per aiutare gli altri.  

Invece un consiglio che tengo a dare ad un designer emergente è quello di guardare oltre,  sorprendere gli altri e ideare qualcosa che le persone non si aspettano. Le tre parole chiave per  la creazione di un progetto originale e di valore per me sono: emozione, innovazione e  creatività.  

 

Puoi svelare a StarsSystem una piccola anticipazione della prossima collezione?  

Certo, e non vedo l’ora di mostrarvela. Dalla gioia di essere riuscita a realizzare questo  progetto mi sono detta: voglio portare il mio cuore sulla luna, insomma, una sfida nella sfida.  La nuova collezione Primavera-Estate 2021 si chiamerà proprio Luna e sarà un’estensione  del mio desiderio di raggiungere obiettivi sempre più virtuosi. I gioielli protagonisti saranno  caratterizzati dal simbolo della luna: dagli anelli alle collane, anche se il cuore sarà sempre  una costante, ma non voglio svelarvi troppo. Vi invito a seguire il brand Le Gemelle sulle nostre pagine social, dove vi racconteremo passo dopo passo la nascita e il profondo  significato delle nuove preziose creazioni. Ad ogni modo mi piace pensare che con la mia rinascita, di cui vi ho parlato in questa  intervista, io sia riuscita ad arrivare davvero sulla luna.