Gabriele Goffredo & Anna Matus – Il ritmo del cuore
15 ottobre 2018
Profumo d’autunno
17 ottobre 2018

By Redazione
16 Ottobre 2018

In una splendida giornata autunnale incontriamo Pulli Grillini, giocatore professionista di polo e allevatore di cavalli nella sua tenuta a nord di Roma ascoltandolo raccontare di sé, di natura, di cavalli e delle coincidenze che lo hanno portato fino a qui. Se esistesse un paradiso equestre allora si troverebbe sicuramente su queste colline.

It’s a wonderful autumn day when we meet Pulli Grillini, polo professional and horse breeder at his estate north of Rome – we let the tale flow and listed to a story about nature, horses and coincidences leading to here and now. If something like an equestrian paradise does exist, it would on these hills.

La scelta di vivere a contatto con la natura in beato isolamento

L’isolamento è relativo: a circa 40 chilometri da Roma, la tenuta di Pulli Grillini è collegata alla città da un’autostrada ma gli permette di vivere a contatto con i suoi cavalli e i nove cani salvati dall’abbandono in uno stato di solitudine selettiva. Stare bene con se stessi e fare quello che ci viene bene è un privilegio, una gioia non priva di fatica perché, ci ricorda Pulli, gli animali richiedono cure ed attenzioni continue, non regolate dagli orari scanditi cui siamo abituati da quando ci siamo allontanati da ritmi più naturali.

Outdoor living and blissful isolation

Situated at a 40 kilometer distance from Rome, Pulli Grillini’s horse farm and polo estate is not exactly remote, but distant enough from the city for Pulli to live in comfortable solitude with 9 dogs rescued from abandonment and – of course – horses., or rather polo ponies. Being comfortable in your own company and really enjoying your job is a privilege that comes with strings attached – natural rhythms are not determined by schedules and horse breeding requires constant work and management.

Un amore annunciato

Pulli Grillini è un giocatore di polo professionista che alleva cavalli da polo, mestiere che lo rende insolito e, nel caso dell’allevamento, unico in Italia. Un’idea che lui stesso definisce come romantica perché, pur avendo ottenuto cavalli con ottime prestazioni, l’Italia non è (almeno per ora) un mercato florido rispetto a questo sport. Arrivato al polo tramite una serie di coincidenze, Pulli è nel mondo dei cavalli da sempre: il padre ha un allevamento e la sua prima disciplina equestre è stata il salto. A sedici anni rimane folgorato dal polo tramite uno zio ma si trasferisce a Boston per studiare e per qualche anno non praticherà più lo sport nonostante un esordio molto promettente. Il destino però sa essere piuttosto ironico: l’interruzione degli studi negli Stati Uniti lo spinge all’obbligo di leva come ufficiale di complemento e finisce col dirigere il team di polo dell’esercito.

Dopo essersi occupato per un periodo di un locale storico di proprietà della famiglia – la famosa Osteria dell’Orso a Roma – nel 1999 la scelta di dedicarsi interamente al polo, alla natura e all’allevamento di cavalli. Dopo quasi venti anni, Pulli affitta i suoi cavalli facendo attenzione che vengano trattati con ogni riguardo e con l’obiettivo di far riconoscere ufficialmente una linea di sangue Polo Italia. Inoltre è impegnato come giocatore nei tornei più prestigiosi su suolo italiano (come la Coppa Duca d’Aosta a Roma, la Coppa d’Oro all’Argentario e la Viareggio Polo Cup) e internazionale (famose sono infatti le manifestazioni che si tengono ogni anno a Copenaghen e Buenos Aires).

This love that was meant to be

Pulli Grillini is a professional polo player and polo horse breeder and – as such – a rare breed himself (pun intended!): his is the only polo pony-breeding farm in Italy, an idea that he defines as romantic. Although some of his ponies have good or even excellent performances, Italy is not exactly (at least for now) a flourishing market for polo ponies.

Led to polo by coincidence, Pulli has actually always been very familiar with horses. His dad owned a horse farm and he started out show jumping at a young age. Aged sixteen he came across polo through an uncle, but Pulli moving to Boston interrupted practice in spite of a
very promising debut. Three years down the line his college studies were going nowhere and he returned home where he served in the military and, always by coincidence ended up leading the military Polo Team.

After quitting the military, Pulli worked in the renowned “Osteria dell’Orso” restaurant and club in Rome, owned by his family and, in 1999, finally decided to become a polo professional and polo pony breeder. Almost twenty years later Pulli hires his ponies taking care they are treated well and is working to establish a Polo Italia pony type. Pulli plays in polo tournaments, both in Italy (Coppa Duca d’Aosta in Rome, Coppa d’Oro at Monte Argentario, Viareggio Polo Cup) and internationally (Copenhagen and Buenos Aires).

The sport of kings

Il polo è uno dei giochi di squadra più antichi del mondo e rappresenta il risvolto ludico della lunga storia di domesticazione e collaborazione fra uomo e cavallo. Per quanto il gioco del polo si sia adattato, trasformato e abbia assunto forme differenti attraverso la sua lunga storia, richiede che uomo e cavallo diventino una cosa sola. Molti dei cavalli di Pulli sono – o sono stati – esemplari da corsa salvati dal macello e utilizzati per la riproduzione. La storia di Distinti Saluti, un cavallo da corsa senza titoli ma vincitore frequente, non è unica: Distinti – come lo chiama Pulli – poteva finire in pentola e invece è diventato padre di ben ventisei puledri ed è parte fondamentale dell’allevamento. Finora la struttura ha salvato due stalloni dal mondo delle corse insieme a numerose cavalle dal mondo del polo. Una combinazione ottimale, da un lato per il rispetto degli animali, dall’altro perché le evoluzioni nel modo di giocare il polo richiedono in maniera crescente esemplari che uniscano agilità ed energia, ma che siano anche corti e larghi per proteggere l’animale dal contatto.

Di recente un virus ha colpito l’allevamento portandosi via, purtroppo, diversi animali. Una cavalla ha perso il proprio piccolo e un puledro ha perso la mamma. Attraverso una conoscenza acquisita tramite lo stretto contatto con l’animale è stato possibile far adottare il puledro dalla mamma, dando così un lieto fine ad una situazione altrimenti assai poco lieta. Storie di uomini e cavalli, di uomo e natura, di rispetto e conoscenza per gli animali e di come uno sport abbia messo insieme tutto questo. Una magnifica giornata e un magnifico insegnamento con i quali ci congediamo da Pulli. La tenuta Colle Sala si trova a Magliano Sabina a nord di Roma con possibilità di visite e soggiorno.

The sport of kings

Polo is one of the oldest known team sports and represents the playful side of a long history of domestication and cooperation between man and horse. As a sport, polo has changed throughout time but has always required horse and man to become one. Pulli’s horses mostly are rescued animals. Best Regards (Distinti Saluti in Italian) for example, a racing horse and a winner that got injured, meaning the animal had reached the end of its life but that instead ended up siring 26 foals and creating a bloodline for Pulli’s stable. So far the farm has rescued two stallions and a number of polo pony dams, an excellent combination in view of the agility and speed currently required of polo ponies.

Unfortunately a virus recently took some animals and a mare lost her foal, while a foal lost its mother. Through expertise and passion, adoption was made possible and – thus – a happy ending! Of horses and men, of people and nature – a story of love and respect for animals and for nature and of how a sport brought this all together. Thanks Pulli for a wonderful day and for the wonderful teachings. Colle Sala estate is located north of Rome, at Magliano Sabina and can provide accommodation to visitors.

Ph: Mirco Panaccio

Related Post