Federico Zanandrea
11 Ottobre 2016
Sabrina Querci e le Q.Connections
13 Ottobre 2016

Ioanna Solea è nata nell’isola di Cipro, la terza isola del Mar Mediterraneo, da padre cipriota e madre austriaca. La passionalità dell’isola e l’austerità della Mitteleuropa sono entrambi aspetti che si ritrovano nelle sue creazioni di accessori deluse. Dopo gli studi in Inghilterra ed essersi diplomata all’istituto Marangoni a Milano, entra a far parte dell’ufficio stile di Valentino per tre anni: un’esperienza edificante che le ha dato la possibilità di avvicinarsi al mondo del lusso. In seguito all’esperienza presso la maison italiana, collabora per otto anni presso Piazza Sempione, dove segue le collezioni Donna.

Solea lancia il suo brand di borse a febbraio 2013, ormai consapevole del suo percorso. Quest’anno è stata selezionata da Sara Maino di Vogue Italia per partecipare al concorso Who’s On Next 2016, incubatore di new talents di moda destinati a lasciare il segno.

Le sue creazioni sono altamente poetiche: l’attenzione alla cura del dettaglio, le pregiate lavorazioni artigianali e gli accostamenti cromatici le caratterizzano. I viaggi della designer e la sua doppia cittadinanza sono aspetti fondamentali del suo processo creativo.

impaginato_2bLa nuova collezione FW 16/17 di IOANNA SOLEA si sviluppa a partire da un immaginifico “Arizona Dream”, dove tutte le forme e i colori del deserto americano si fondono sulle borse e creano nuove linee fatte di layering, ricami e inserti in pelliccia. Una stagione all’insegna dei colori caldi, che si ispira al tempo stesso alle forme della natura e al puro feeling degli Anni ’70. Questo è solo uno dei tanti viaggi immaginati da Ioanna, la cui fantasia non smetterà di stupirci. Noi di stars System le abbiamo rivolto alcune domande…

impaginato_3b

Nel tuo sangue la cultura mitteleuropea incontra quella mediterranea: in te cosa c’è dell’una e dell’altra?

La rigorosità e la determinazione del nord incontrano la passione e il calore della mia parte del mediterraneo. Questa contaminazione si riflette nelle mie borse attraverso un’ attitudine internazionale.

Hai lavorato per la Maison Valentino: raccontami di questa esperienza.

Un’ esperienza fantastica, di grande insegnamento, che mi ha fatto conoscere la ricca tradizione artigianale Italiana e mi ha aperto gli occhi sul mondo del lusso.

Layering, ricami e inserti in pelliccia fanno parte del tuo DNA creativo. Come si è definito nel tempo? Cosa ti ispira maggiormente?

Eccellenza e qualità sono alla base di tutto il mio lavoro, espresso nei dettagli che cita qui sopra. Questi dettagli evocano la poesia e l’ armonia alla quale non so resistere.

Hai partecipato al Who’s On Next di Vogue Italia e ciò significa entrare a pieno titolo tra i più promettenti designer a livello mondiale. Come ci si sente?

Un sogno, un onore davvero non indifferente!

Il tuo prossimo obiettivo professionale?

Continuare a costruire la mia carriera professionale, sognando con i piedi ben piantati a terra

Lorenzo Sabatini