Le illustrazioni erotiche (e femministe) di Olga Galeeva
23 Luglio 2020

Redazione
28 Luglio 2020

Giulia Luzi, che abbiamo conosciuto quale apprezzata attrice in serie tv di successo, doppiatrice del cantato in film della Disney, interprete di musical, oggi semplicemente GIULIA, incanta con il suo Mon Amour in featuring con Samuel Storm. Un brano scritto in tre lingue da Roberto Cardelli, Giulia, Piero Romitelli e Samuel Storm. Una canzone dal ritmo coinvolgente, elegante e mediterraneo, per due voci così diverse che riescono a esaltarsi reciprocamente, regalando al brano una veste internazionale e unica. Per GIULIA, un singolo che introduce un nuovo percorso discografico per questa indomabile e delicata artista che riserverà davvero grandi sorprese.

Mon Amour finalmente è on air: che effetto ti fa sentire in tutte le radio questo brano che hai coccolato a lungo?

Una sensazione fantastica: ieri sono salita in macchina, ho acceso la radio ed è partita Mon Amour, ho provato un’emozione fortissima. Questa è la vera magia di un brano che è nato spontaneamente, ma che ho davvero coccolato a lungo. Quando Roberto Cardelli me lo fece sentire chiedendomi di scriverne il ritornello in francese, è scoccata una scintilla e in un attimo le parole, quelle giuste, erano lì. Mancava ancora qualcosa, un feat, che potesse dare alla canzone un respiro internazionale e Samuel Storm era il tassello mancante, la persona giusta e la voce ideale. Anche Samuel ha composto la sua parte in modo istintivo, in inglese perché è la lingua con la quale esprime al meglio ciò che sente. Ci sono voluti due anni e mezzo, ma oggi Mon Amour è proprio come immaginavo dovesse essere.

 

Un brano inusuale, che cantato in tre lingue si distingue da qualunque altro con un videoclip che ne sottolinea l’eleganza. È la stessa che ti appartiene?

Forse… è un brano particolare per me, nel quale mi sono sentita a mio agio per diverse ragioni. E’ una canzone estiva leggera, ma dai toni educati. Il fatto che sia in tre lingue, ma non in spagnolo che di solito prevale nei tormentoni, lo rende differente. Il video poi è stato frutto di un bel lavoro di squadra, impegnativo, ma che ci ha soddisfatti molto. Devo ringraziare tutti per questo: la regia, il coreografo Luca Barbagallo, Klaudia Pepa che non solo è una grande professionista ma una persona fantastica, i Meneo Kings e l’intero corpo di ballo.

La tua voce e quella di Samuel sono la vera sorpresa: com’è stato lavorare con lui?

Avevo apprezzato moltissimo Samuel durante XFactor, ma devo ammettere che sono rimasta piacevolmente sorpresa che le nostre voci fossero così armoniche insieme. Samuel ha qualità da vendere e una ricchezza interiore davvero speciale. Tra noi è nata una bella sintonia, che potrebbe riservare in futuro qualche sorpresa… Samuel e Davide, il mio fidanzato, hanno legato moltissimo durante le riprese, che sono state davvero impegnative, ma divertenti grazie al gruppo che ha collaborato e condiviso ogni momento.

 

Hai lanciato anche una challenge sul ritornello che ha spopolato su Tik Tok, vuoi parlarcene?

Il giorno stesso dell’uscita ufficiale, il 3 luglio, ho lanciato il Challenge sul ritornello con l’aiuto di Luca, il coreografo, che ha fatto anche un tutorial. Non credevo davvero possibile che potesse essere accolto con tanto entusiasmo da bambini e adulti che mi hanno taggata ballando con allegria sulla coreografia di Mon Amour.  Ho lanciato anche un contest su Instagram che termina questa domenica e a fine luglio, ci incontreremo a Roma per consegnare il premio ai vincitori. Sono molto soddisfatta perché attraverso questo Challenge ho visto realizzate le mie aspettative; Mon Amour è un brano per tutti, un momento di leggerezza e un ritmo ballabile e divertente da condividere , per un estate che sembrava davvero non potesse arrivare.

 


Giulia Luzi cosa pensa di GIULIA e dei suoi progetti discografici?

Credo di avere intrapreso un bel percorso discografico, del quale Mon Amour è solo l’inizio. Entro la fine dell’anno uscirà un altro singolo, un altro tassello di questa nuova GIULIA. Intanto sono felice che la musica abbia ripreso a suonare anche per me. Il 21 agosto saremo con Samuel all’Etna Village di Catania e il 22 al Premio Ravera di Tolentino nelle Marche. In occasione delle due serate potremo condividere il palco duettando con una versione acustica di Mon Amour e tante altre sorprese!

Ph: Gaetano La Fico