Chirurgia estetica: dolori connessi alla psicologia
27 Febbraio 2019
TVLand – Photoshow: dalle foto al racconto di una sfida
1 Marzo 2019

By Lorenzo Sabatini
28 Febbraio 2019

Da quel celebre debutto alla manifestazione AltaRoma Filippo Laterza di strada ne ha fatta: sono arrivati, per il couturier, premi e riconoscimenti a livello internazionale. Grazie alle sue creazioni che prendono ispirazione dal mondo dell’arte (la più recente collezione è un omaggio ai dipinti di Monet) oggi il designer pugliese è il perfetto ambassador dell’eleganza italiana nel mondo.

Qual è la sensazione che provi essendo uno dei new talent più promettenti della couture italiana?

Questa definizione mi lusinga tantissimo, in realtà io vivo la moda con tanta semplicità, con gli occhi sognanti che sin da bambino mi fanno amare i tessuti, i colori, i ricami, le forme e tutto quello che concerne questo meraviglioso mondo. A gennaio in Cina mi hanno conferito questo premio alla (giovane) carriera come Best International Designer e devo dire che ho realizzato l’importanza di continuare a vivere questo percorso con molta umiltà e soprattutto continuare a vivere di passione e trasmettere questo amore con le mie creazioni.

 

Quanto è importante nella vita di un talento creativo la figura di un mentore?

Il mio mentore è Stefano Cavalleri. Una figura del genere non è mai legata al passato perché tutto quello che si crea + sempre frutto della sinergia tra “l’allievo” che desidera apprendere e l'”insegnante” che riconosce il talento. Non credo molto nella fortuna perché sostengo che la fortuna bisogna guadagnarsela con passione, talento e duro lavoro, ma devo ammettere di aver incontrato nel mio percorso il miglior mentore che potessi avere.

 

Per lavoro ti sposti da una parte all’altra del globo con frequenza. Cosa ti ha insegnato il viaggio?

Grazie a questo splendido lavoro ho la possibilità di viaggiare e scoprire culture diverse e distanti, posti speciali e tradizioni affascinanti che provo a raccontare con le mie collezioni. Fondamentalmente da questo mio stile di vita ho percepito la meravigliosa realtà della globalizzazione,:ci si può sentire a casa in ogni parte del mondo, perché oggi non si può più parlare di città o nazioni, siamo tutti sotto lo stesso cielo e questo ci permette di assorbire diverse culture e creare nuove sinergie.

Sempre parlando di culture diverse da quella nostra, quale è quella che ti affascina di più e perché?

Questa è davvero una domanda molto difficile: come dicevo ho amato tutti i paesi visitati finora e spero di arricchirmi ancora cn nuovi viaggim però se devo decidere la cultura che più mi affascina scelgo la nostra, quella italiana. L’Italia vista dagli occhi di chi arriva da fuori, perché ho scoperto che ogni nazione ha una visione e percezione molto diversa della nostra amata Italia ma tutte sono davvero affascinanti.

 

Parlaci dell’ispirazione della tua ultima collezione.

L’ultima collezione, che ha sfilato in giro per il mondo dall’Africa alla Cina, parla della superlativa esperienza vissuta in Francia alla scoperta dell’arte di Monet e di Degas per raccontare la mia visione romantica della vita e della femminilità senza tempo.

 

In quali valori credi?

Credo nell’onestà, prima di tutto.

Quale è il tuo rapporto con i social?

È un rapporto molto strano, io ho vissuto l’adolescenza senza un account Facebook o Instagram e ho creato i miei profili solo 3 anni fa quando ho presentato la prima collezione con il mio nome. Oggi amo poter condividere le mie esperienze e poter rimanere in contatto con tutti i miei amici in giro per il mondo, spesso grazie ai miei social account ho potuto essere contattato per molti progetti interessanti, perciò ritengo che i social network siano una grande risorsa ma dobbiamo utilizzare questi strumenti nel migliore dei modi. Non condivido e non accetto chi su internet si comporta come non si comporterebbe mai nella vita offline, mostrando il lato peggiore di se stesso e promuovendo l’odio e la cattiveria.

 

Cosa ti rende felice e ti ispira in questi giorni?

Dopo alcuni periodi di buio nella mia vita, oggi sono felice di avere intorno a me persone dal cuore puro che mi sostengono e supportano. Ed è di questo che parlerò nella mia prossima collezione: di come da una camera scura dove ero solo ora vivo la mia vita come una giornata di sole piena di colore, il colore delle persone che sono intorno a me.

Related Post