InsideTheSystem #22 – Casting Time

Red 2: clip Salvezza emotiva
21 Agosto 2013
Red 2: Il rapporto tra gli attori sul set
21 Agosto 2013

InsideTheSystem #22 – Casting Time

L’estate sta finendo, un anno se ne va… Son stata anche in vacanza, ma voglio lavorà….
Non ci posso fare niente, non riesco a stare ferma. Da quando sono tornata da Shanghai, questo agosto per me è stato più noioso di una partita di calcio. Ero talmente annoiata, che nei giorni passati per ammazzare il tempo, ho addirittura preso il sole! Io, che ho difeso a spada tratta il mio pallidissimo incarnato per quasi cinque anni, mi sono munita di telo mare, trikini e protezione 50 e, iniziando dal balcone di casa, sono giunta sino alle spiagge di Rimini, dove mi sono mal mischiata tra le folli-folle di “abbronzati professionisti”.

La mia pelle dopo tre giorni mi ha avvisata che, qualora avessi seriamente intenzione di abbandonare il mood ”Dita Von Teese”, ci sarebbero voluti anni per ripristinare un livello di melanina decente e me l’ha spiegato limitandosi a riempirsi di lentiggini.
Non sono male le lentiggini, ma io puntavo più a raggiungere l’aspetto esotico di un’ Iryna Shayk, quindi comprenderete la mia delusione.

In ogni caso, non siamo qui per parlare di tintarelle, no?
Siamo quasi a settembre, il che vuol dire che sta per ricominciare una nuova stagione lavorativa, ragion per cui ho deciso di dedicare l’articolo di oggi proprio a questo argomento ed in particolar modo a come si affronta un casting.

Occhi aperti, dunque, nuove leve!
Innanzitutto, imprimete nella mente le due key-words che dovranno caratterizzare il vostro look, sempre e comunque: SEMPLICITA’ e FRESCHEZZA.
Ricordatevi che i clienti sono lì per valutare la vostra idoneità per questo o quel lavoro e non le vostre abilità nel trucco circense, o la “particolarità” del vostro styling.


Regola importantissima: siete modelle, non aspiranti showgirls; quindi evitate di presentarvi ai casting director con la miglior tenuta “Milano Marittima by night”, che il vostro fornitissimo guardaroba vanta e scegliete piuttosto capi sobri ed in grado di valorizzarvi, senza rendervi volgari. Come hanno fatto  Caitlin e Ivana quando le abbiamo fotografate per la sezione FirstLook http://starssystemwp.joomlahost.it/?s=first+look in una giornata qualunque di casting, senza artifici e senza eccessi.

Che vi siano da monito quei pochi provini italiani a cui ho preso parte agli inizi della mia avventura, durante cui ho proposto i miei peggiori outfit:
-minidress più o meno succinto/ più o meno colorato;
-scarpa altissima con relativo vistosissimo plateu (errore di stile imperdonabile per una modella petite!)
– trucco brillante, atto ad enfatizzare le mie labbra carnose, ovvero lip pencil + rossetto + lucidalabbra, ovvero troppo.
Di tutta risposta, oltre a diversi “no”, ho ricevuto almeno altrettanti inviti al casting “tre porte più in là”, probabilmente quelli per la successiva edizione di “Paperissima” o “Veline”, in ogni caso, pessimo, pessimo segno.

Cogliete quindi l’occasione di imparare dai miei errori (e di conseguenza a mie spese) e fatevi ricordare da chi vi osserva per il vostro bel figurino e non per la vostra brutta figura.