Falso sequestro a New York, arrestato Lapo Elkann
29 Novembre 2016
Calendario Pirelli 2017
30 Novembre 2016

“Prenditi cura di te, impara ad amarti. Vestiti in velluto nero dal mattino alla sera perché così sembri la metà e se non ne hai bisogno fa lo stesso. Il velluto ti accoglie nella sua morbidezza. È carezzevole, ricco e sempre raffinato: un materiale meraviglioso” – Giorgio Armani

velvet_2

Left: Bottega Veneta MFW Fall Winter 16/17 – Right: Alberta Ferretti MFW Fall Winter 16/17

L’abbiamo visto sulle passerelle dei più grandi stilisti di moda, da Alberta Ferretti con il suo inconfondibile stile che esalta il fascino femminile a Giorgio Armani, che ha pensato bene di dedicarci un’intera collezione. Stiamo parlando di sua maestà il velluto, la tendenza più chic della moda autunno inverno 2016-2017. E’ elegante e raffinato, ma sa anche essere un capo decisamente rock, il velluto quest’anno ci ha fatto perdere la testa ed è diventato ormai un must have.

Il nome deriva dal latino “vellus” che significa vello, mantello proprio perché indica la sua inconfondibile consistenza che ha la caratteristica di una copertura come di pelo. È un tessuto dall’anima nobile e dalle antiche origini che risalgono al XIII secolo quando il velluto cominciò a diffondersi in una particolare zona compresa tra l’Asia centrale, l’Iran e l’Iraq. Ci mise un po’ ad arrivare in Italia, solo nel XIV secolo, quando divenne un vero e proprio simbolo per le classi aristocratiche italiane, utilizzato anche nell’arredamento delle famiglie più agiate di quell’epoca.

L’eterno tessuto è oggi l’outifit più chic del momento, nei suoi colori rigorosamente autunnali, viene utilizzato come mini abito da portare con collant o anche in versione tailleur maschile. Ma fate attenzione anche gli accessori: Steve Madden quest’anno ci propone degli stivaletti da capogiro perfetti con jeans skinny o boyfriend. Prada, invece, ha creato delle pochette in velluto a cui è impossibile resistere. Come dice re Giorgio: “donne, amiamoci ma, soprattutto, vestiamoci di velluto”.