Versace e gli altri: quando la moda emigra all’estero
25 Settembre 2018
Will Smith: ecco come si festeggiano i 50 anni
27 Settembre 2018

By Lorenzo Sabatini
25 Settembre 2018

“Ci piace pensare che la relazione delle clienti con Rebelle sia di gioco e passione per la moda, ma anche di investimento. La piattaforma offre la possibilità di rivendere quei capi di abbigliamento e accessori che non si usano più, senza disperdere l’investimento iniziale. È un’esperienza in qualche modo stimolante per noi donne perché meglio si seleziona l’acquisto iniziale, puntando su una griffe particolare e su un capo speciale, e più si ha la possibilità di guadagnare dalla vendita. Un vero e proprio trading di Borsa, come lo abbiamo battezzato un anno fa.” Rebelle è una piattaforma del lusso second-hand che sta andando molto forte in Germania e Italia. Abbiamo scambiato alcune parole con Valentina Ingellis, country manager Italia dell’azienda.

Come descrivereste il vostro servizio?

Rebelle è la piattaforma second hand della moda firmata e di lusso. Vendiamo abiti firmati di seconda mano assolutamente autentici e in perfette condizioni. Altissimo controllo alla qualità e autenticità del prodotto con una selezione (affidata a un team dedicato) che si concentra esclusivamente solo su marchi di alto livello. Ora, dopo esserci imposti in Germania e Italia, vogliamo allargare in maniera capillare la nostra rete di clienti.

Come si accede alla vostra piattaforma?

È molto semplice: per vendere basta aprire un account online sul sito, inserire i propri dati e caricare i propri prodotti sull’account. Il nostro customer service italiano fornisce supporto giornaliero. In alternativa ritiriamo la merce a casa a nostre spese e ci occupiamo di tutto noi, dalle foto alla descrizione. Ultimamente abbiamo iniziato un roadshow per l’Italia con le top boutique e saloni di bellezza dove invitiamo a vendere il proprio guardaroba.

 

Avete pensato di estendere il format anche al pubblico maschile?

Non ancora, ma in futuro il piano è di espandere il target di riferimento anche alla moda uomo.

 

Quali sono le maggiori difficoltà in cui siete andati incontro e come le avete risolte?

Crescere e acquisire credibilità sul mercato italiano non è stato facile. Devi veramente sgomitare per farti spazio, ma dopo 3 anni di investimenti retail, online e televisivi (da diversi mesi siamo presenti su tutte le reti Mediaset), abbiamo ricevuto riconoscimento sia in termini di immagine che di ritorni.

 

La parte più soddisfacente del vostro business?

Essere riusciti a far diventare Rebelle una delle realtà più importanti in Italia per il second hand di lusso.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

#Prada & #celine / a love affaire ?

Un post condiviso da REBELLE (@rebelleofficial) in data:

 

Visualizza questo post su Instagram

 

You will now receive your orders in a limited edition REBELLE artist box! #happybirthdayREBELLE #IPMCxREBELLE

Un post condiviso da REBELLE (@rebelleofficial) in data:

Related Post