La Condizione Umana: variazioni sul tema
15 Gennaio 2018
Black Mirror è realtà: il futuro fa paura
16 Gennaio 2018

By Barbara Cialdi
16 Gennaio 2018

UNDERCOVER by Jun Takahashi e TAKAHIROMIYASHITATheSoloist. Sono le due sfilate che hanno chiuso la 93esima edizione di Pitti Immagine Uomo, con i due stilisti giapponesi che hanno presentato le loro collezioni uomo per l’Autunno/Inverno 2018-19 nello spazio underground della Stazione Leopolda di Firenze. “UNDERCOVER torna nel capoluogo toscano, fulcro della moda internazionale, dopo quasi nove anni – dice Lapo Cianchi, direttore eventi e comunicazione di Pitti Immagine – insieme a TAKAHIROMIYASHITATheSoloist. Per la prima volta in assoluto questi due visionari designer nipponici, uniti anche da una profonda amicizia, hanno dato vita a due show consecutivi, espressione simbolica non solo del loro sodalizio professionale ma anche del rispetto reciproco per la loro unione fraterna.”

“Siamo molto soddisfatti che Jun Takahashi, da oltre 25 anni in prima linea nella scena della moda più d’avanguardia, consideri Pitti Uomo come l’unico palcoscenico dove presentare la sua collezione maschile. Per TAKAHIROMIYASHITATheSoloist. si tratta invece di un debutto a Pitti Uomo, da noi doppiamente atteso: primo perché abbiamo sempre guardato con grande attenzione alle sfilate del suo primo brand, Number Nine; e secondo perché sarà il primo fashion show di TAKAHIROMIYASHITATheSoloist al di fuori del Giappone. Crediamo che, indipendentemente l’uno dall’altro, Takahashi e Miyashita – con le proprie ispirazioni personali, design, stile e manifattura senza compromessi – siano straordinari protagonisti della moda contemporanea. E siamo molto felici di offrire loro la piattaforma per esprimere questa lunga amicizia, che nasce dal comune milieu culturale e sociale, a partire dalla scena street punk di Tokyo e dalla grande passione per la musica”.

Jun Takahashi è nato nel settembre 1969 a Kiryu. Dopo gli studi al Bunka Fashion College di Tokyo dà inizio al suo progetto “UNDERCOVER”. In collaborazione con Nigo di A Bathing Ape apre il leggendario negozio “Nowhere” nel distretto Harajuku di Tokyo, noto per la sua moda sperimentale ed avanguardista. Qui Takahashi sperimenta la fusione di streetwear e fashion design, notevolmente influenzata dalla cultura giovanile. Presenta il suo primo show womenswear a Tokyo, nel 1994, e a Parigi nel 2002. Nel 2010, Takahashi è il primo fashion designer che vanta una collaborazione con Nike con la sua linea running GYAKUSOU. Lavora anche con Uniqlo. Nel 2015, UNDERCOVER festeggia il suo venticinquesimo anniversario con un grande vernissage a Tokyo. Takahashi è ad oggi considerato uno dei designer più creativi della moda contemporanea.

La visione di Takahiro Miyashita è invece un meltin’ pot tra la cultura americana, la musica rock e grunge dei Nirvana e le influenze inglesi come i Beatles reinterpretate attraverso la sua personalissima visione del design. Dopo aver terminato l’esperienza Number (N)ine nel 2010 dà vita a TAKAHIROMIYASHITATheSoloist. Il nome sta a significare la sua volontà di essere l’unico vero autore del proprio lavoro. “Il concetto di solista è per me molto personale. Quello che mi sembra giusto esprimere in questo momento è ciò che è più vicino a me e più intimo”, ha recentemente dichiarato Miyashita in un’intervista.

Due show consecutivi che hanno fatto risaltare al meglio il lavoro di questi due talenti. I look post-moderni ma al tempo stesso eccellenti di Takahashi, e le sue personali riflessioni sulla bellezza in maniera anticonvenzionale si uniscono con le visioni surrealistiche di Miyashita. Sulla lunga navata del ex stazione fiorentina ecco che i due stilisti danno vita ad una Odissea nello Spazio in chiave fashion, con proposte avveniristiche dalle influenze di ere post atomiche: maschere antigas accompagnate da lunghi cappotti colorati, completi eleganti arricchiti di quadretti scozzesi, stivali di gomma e guanti coloratissimi. Un palcoscenico in cui si respira aria di futuro anteriore tra realtà e fantasia.

Ph: Giannoni Giovanni