#MFW Man – Focus on Marni Fall 2017
15 Gennaio 2017
#MFW Man – Focus on Prada Fall 2017
16 Gennaio 2017

Neil Barrett è l’uomo motociclista, è l’uomo minimalista, è l’uomo romantico ed è l’uomo gotico, oltre che l’uomo rock. Neil Barrett è un uomo. E l’uomo che racconta è tanti uomini.

Colpisce la stilizzazione del viso di Siouxsie Sioux impressa su accessori, maglie, magliette e
camicie. Viene indicata una vena alternative rock/gothic intrecciata a una storia di estetica inglese di raffinato streetstyle fatta di pelle, denim, blazer a spalla calante e pantaloni slim. Insieme all’uomo – ormai non è una novità – sfila la pre-fall donna. Distinguere il tutto è difficile. Le geometrie e le vestibilità si intersecano. L’immagine è quella di un unico Barrett.

Colori primari non lasciano spazio a fantasie, fronzoli e ricami. Le imposizioni romantiche del mondo Gucci non sfiorano questa narrazione. I capispalla assumono un ruolo da protagonisti. Spolverini, trench, maxi-coat, bomber, over blazer vestono completamente l’uomo lasciando poco spazio al resto. Lineari. Sartoriali.

Neil Barrett, da qualche anno e silenziosamente, reinventa il nobile streetstyle. Gli outfit non hanno nulla ma in realtà hanno tutto. I ragazzi rompono e snelliscono ciò che indossano rendendo visibile una semplice eleganza rara di questi tempi. Chi approda a questi codici estetici prima o poi si sbilancia troppo o verso un concettualismo forzato allontanandosi da qualsiasi forma erotica – che comunque lo si voglia vedere l’uomo deve possedere – o verso uno street troppo rude e aggressivo di cui il mercato è saturo, oltre che l’occhio stufo.

Questa collezione è come il gotico italiano. Prende ciò che di bello il gotico ha proposto nel tempo tagliando tutto ciò che può divenire troppo forte e di parte. Un gotico ripulito da tutto. Funzionale, lineare, cittadino. Che non spaventa. Ripulisce, nella semplicità che esprime.