#MFW Man – Focus on Ports 1961 Fall 2017
14 Gennaio 2017
#MFW Man – Focus on Marni Fall 2017
15 Gennaio 2017

Contemporanea. Italiana. Artigianale. È la collezione presentata per il prossimo inverno da Alessandro Sartori per Zegna. La sartoria si evolve rimanendo fedele a se stessa qualitativamente e rivoluzionando se stessa concettualmente. Lo sportswear si mescola alle tradizionali costruzioni modellistiche e il risultato è così poco Zegna – nonostante lo si continui a vedere –  che evidentemente i codici estetici della maison sono stati rivisti.

Tutto è morbido e rilassato, è una eleganza lontana da ritmi frenetici e tesi. Bianco, cammello, ice grey, polvere, cobalto e nero è la scala cromatica proposta ton su ton o a contrasto con qualche accenno di fantasia tartan e gemetrica anni 90′. Ampi pull – dolcevita o con zip e cappuccio – in lana o cashmere mixati a pantaloni over con pinces – stretti e ad elastico sul fondo- intervengono a bilanciare lo Zegna più tradizionale in questa storia composta da sete lucide e blazer fittati. Accompagnati da maxi coat dal sapore tecnico.

Collezione pulita e versatile. Modelli di vent’anni sfilano accanto a quelli di quaranta – e oltre – con la stessa leggerezza e corretta interpretazione dei capi. Uno Zegna prima linea che non esclude più – neppure guarda male – ZZegna. Si potrebbe definire il nuovo guardaroba dell’uomo middle class e parte del vocabolario dell’eleganza tipicamente borghese. Parola ormai meno strettamente collegata a un’altra: tradizionale. Sartori slega la tradizione dalla borghesia. Non era e non è facile.