Caraibi: le 5 isole per dimenticare il freddo
7 Gennaio 2019
Mina e le altre: storie di voci straordinarie
8 Gennaio 2019

By Lorenzo Sabatini
07 Gennaio 2019

Francesca Zambito è la shoe designer per le donne che non amano passare inosservate. Il suo è un brand di scarpe di lusso di cui sentiremo parlare sempre più. Top model come Gigi Hadid, la cantante Nina Zilli e molte altre celeb adorano le creazioni di Dangerouge (questo l’alter ego di Francesca, che ha mosso i primi passi come PR nei più prestigiosi locali delle isole Baleari). Quello che traspare dalle risposte della designer è una grande determinazione, rimasta invariata dagli esordi, quando a Barcellona ha deciso di adibire una stanza del suo appartamento in un laboratorio creativo dove personalizzare le sue scarpe. La testa perennemente in moto, colma di creatività, e la concretezza: questa la ricetta del suo inarrestabile successo.

Per la tua collezione di scarpe ti sei ispirata per il nome di molti modelli alla Costa Azzurra. C’è qualcosa che ti lega a quei luoghi? Cosa la rende così speciale?

Il legame non è solo con la Costa Azzurra ma con la Francia in generale, luogo per me speciale poiché ho vissuto qualche mese della mia vita nella magica Parigi e trascorso numerose estati nella splendida Cannes. Siccome la collezione di riferimento appartiene al periodo primaverile ed estivo, la Costa Azzurra è stata una fonte di ispirazione per il nome dei miei nuovi modelli, a differenza di tutte le collezioni passate che portavano il nome delle mie più care amiche. 

Da esperta di stile, potresti consigliare alle nostre lettrici tre boutique meneghine (o italiane) dove acquistare i capi d’abbigliamento più particolari?

Da assidua appassionata dei capi vintage, ai quali dedico molta ricerca, potrei citarne diversi, ma se dovessi consigliarne tre meritano certamente una menzione Cavalli e nastri, Groupies Vintage, e Sin Control Vintage.

 

Un’altra ispirazione dei tuoi ultimi modelli è quella per la cultura punk. Cosa ti affascina di questa controcultura divenuta poi vero e proprio movimento d’ispirazione e tendenza?

Il fascino non è tanto rivolto alla cultura punk, l’intento è quello di decontestualizzare gli elementi iconografici di quel movimento storico e riadattarli alla società contemporanea, ma conferendogli un tocco elegante e raffinato.

 

Da dove nasce la tua passione per le scarpe?

Seppure molti dei miei competitor a questa domanda risponderebbero che la loro passione nasce da una tradizione familiare, il mio caso è differente poiché le orme di famiglia appartengono al mondo dello skateboard. Tuttavia sin da bambina ho desiderato avere la mia impresa di calzature che soddisfacesse il mio gusto estroso e raffinato.

 

Hai qualche talento segreto?

Sono molto perspicace, intuitiva e so ascoltare.

Puoi anticiparci con un aggettivo i modelli di scarpe che stai attualmente progettando per la prossima collezione?

Senza dubbio…Innovativo.

 

Cosa pensi prima di addormentarti?

Spesso la notte è l’unico momento che riesco a prendermi per me stessa, durante il quale mi piace dare libero sfogo alla creatività, pianificando e immaginando le mie future collezioni.

 

Una città straniera che ti è rimasta nel cuore e che consigli di visitare alle nostre lettrici?

Sicuramente Barcellona.

 

Cosa stai ascoltando come musica ultimamente?

La mia passione per la moda è sempre accompagnata dal mio amore per la musica, che spazia dal genere hip-hop alla house music.

 

En fin, un mantra che ti ispira in questo periodo (poesia, quotes o canzoni: scegli tu).

In questo periodo sono molto affascinata dalla cultura buddista e dalla sua filosofia. il mio mantra d’ispirazione è Daimoku – Nam myoho Renge Kyo.

Related Post