Sandro Mayer: quello che si sente
30 Novembre 2018
TVLand – Nero a metà: la fiction per i palati fini
3 Dicembre 2018

By Redazione
1 Dicembre 2018

Freddo e inospitale, all’apparenza. Solitamente lontano dai riflettori del centro e dalla superficialità di chi non ha voglia di esplorare, di sporcarsi le mani e portare orgogliosamente ferite. Un ciclo che parla di strada, di ribellione, di forza, di integrazione. Un tipo di immagine che arriva da oltreoceano, all’ombra dei projects, i grandi alveari che danno rifugio a sogni e voglia di affermazione: altre culture, altri suoni e sensazioni.

Senza allenamento non ci può essere grandezza: i flash si perdono in un millesimo di secondo, dell’odore della pioggia che si attacca all’asfalto invece non ti dimenticherai mai. Democratica ed elemento inscindibile dal contesto circostante, la tuta è ancora una volta protagonista assoluta. Ambiziosa e introspettiva, emblema del mix gender e fautrice di un movimento che oggi chiamiamo street fashion, ma che non dimentica le sue origini sanguigne e popolari.

Ph: Alexander Moore
Style: Dario Amato
Mua & Hair: Vladyslav Rotaru