Francesca Cavallin – Grazie alle donne
11 Maggio 2017
Il buon cuore di Ed!
11 Maggio 2017

By Lorenzo Sabatini
11 Maggio 2017

Negli ultimi trent’anni il mondo è stato segnato da una rottura degli equilibri internazionali: le culture del globo terrestre stanno viaggiando inesorabilmente verso un’esponenziale omologazione. Assieme a ciò è sorto il fenomeno del multiculturalismo. L’Europa ha recentemente sdoganato quell’atteggiamento ostile in ambito artistico di assorbire le altre culture, cercando finalmente la via del dialogo: ne è un esempio Tutto il mondo in una scuola, l’ultimo progetto di Collettivo Collirio.

Il fine del gruppo è quello di realizzare progetti di fotografia sociale in cui viene meno il protagonismo del singolo fotografo, in favore di una dimensione collettiva. Questo action group fa parte dell’Inside Out project di JR, uno dei graffitisti più in vista del panorama internazionale. Il progetto sarà visibile dal prossimo 29 maggio 2017 sino al 31 luglio sulle pareti della palestra della scuola Scialoia, un istituto comprensivo di Affori, a nord del capoluogo lombardo. Si tratta sostanzialmente di un maxi composit composto da ritratti di persone di tutte le etnie, realizzati da sette fotografi: Matteo Bernabò, Tiziano Berti, Sabrina Casiroli, Andrea Isola, Marianna Faraci, Luigi Mosca, Desirèe Sacchiero.

Collettivo, dunque, nell’arco di un mese di lavoro ha realizzato 269 ritratti a bambini, professori e al personale della scuola Scialoia. Affori è popolata da molte etnie, come una sorta di linea ideale di confine fra centro e periferia (il 60% degli studenti di quella scuola è di origine straniera): così gli artisti hanno raccontato la realtà multicolore presente.

Hanno dichiarano: “Le immagini della scuola Scialoia sono quelle di una generazione composta da ragazzi e bambini di tante nazionalità, che vivono, studiano e giocano insieme. In questa scuola, imparano a condividere le loro origini. Grazie a questa installazione artistica, vogliamo mostrare agli abitanti del quartiere e alla città di Milano la loro bellezza senza confini”.

Inside Out Project intende promuovere il dialogo attraverso il potere comunicativo del ritratto, che viene affisso in strada in formato poster. Si tratta di una vera sperimentazione, poiché della fotografia se ne fa un uso sociale globale. JR ha riconosciuto ufficialmente il valore di Tutto il mondo in una scuola, assicurando al progetto supporto mediatico e finanziario. A questo sostegno è seguito quello del Municipio 9 del Comune di Milano.