Colin Firth: cornuto con classe
13 Marzo 2018
Legion of Joy
14 Marzo 2018

By TiTo Ciotta
14 Marzo 2018

La sua formazione artistica è avvenuta presso il Piccolo Teatro di Milano. Debutta in Teatro nel 1975 con il regista Giorgio Strehler, in seguito stringe uno rapporto molto stretto con, uno tra gli ultimi grandi Maestri, il regista teatrale e lirico Peter Stein. Oggi suo marito.

Difficile citare tutti gli spettacoli da lei interpretati, visto che stiamo parlando di una delle colonne portanti del nostro teatro, una tra le nostre più grandi interpreti delle scene internazionali: Maddalena Crippa.

L’ALLEGRA VEDOVA
cafè chantant
fino al 18 marzo 2018
Teatro Menotti / Via Ciro Menotti 11, Milano
rielaborazione testo originale di Victor Leon / Leo Stein
a cura di Bruno Stori e Maddalena Crippa
regia di Bruno Stori
con Maddalena Crippa
arrangiamento musiche originali di F. Lehar a cura di Giacomo Scaramuzza
e con
Giampaolo Bandini, chitarra
Giovanni Mareggini, flauto e ottavino
Mario Pietrodarchi, fisarmonica
Federico Marchesano, contrabbasso

Maddalena Crippa ha tracciato un percorso nel teatro-musica all’insegna della qualità e della varietà. Nella doppia veste di narratrice e cantante, racconta la storia e interpreta le canzoni de La Vedova Allegra evocando con leggerezza e divertimento le atmosfere dei cabaret berlinesi e dei cafè chantant parigini.

Incontrare Maddalena Crippa è stata un’esperienza emozionante, ci ha permesso di ripercorrere quarant’anni della sua carriera vissuti tra teatro, cinema e prosa televisiva, ma soprattutto ci ha permesso di riflettere sulla necessità atavica di fare teatro e di come una società civile, come la nostra, non possa permettersi di trascurare la sua identità culturale e sociale.