Arianna Guerreri – Largentaria
16 maggio 2018
An Urban Fairytale
17 maggio 2018

By TiTo Ciotta
16 Maggio 2018

Nasce a Palermo nel 1976. Nel 1997 con Emma Dante, Gaetano Bruno, Italia Carroccio, Manuela Lo Sicco fonda la Compagnia SudCostaOccidentale. Dal laboratorio permanente condotto da Emma Dante e fondato sulla autorialità dell’attore, nascono spettacoli come: mPalermu, Carnezzeria, La Scimia, Cani di Bancata, Le Pulle, Ballarini (Trilogia degli occhiali). Scritture sceniche originali vincitrici di numerosi premi tra i quali Premio Scenario e Premio Ubu. Nel 2009 fonda l’Associazione Culturale/Civilleri Lo Sicco. Inizia così, con Manuela Lo Sicco, un percorso indipendente, che li vede impegnati nella ricerca della propria identità teatrale. Nel 2011 nasce lo spettacolo Educazione Fisica, con il quale apprezziamo un Sabino Civilleri autore e regista, dopo averlo visto in tanti lavori di Emma Dante, come attore.

Sabino è attualmente in scena con lo spettacolo:

BESTIE DI SCENA
fino al 20 maggio 2018
Piccolo Teatro Strehler / Largo Antonio Greppi, 1 – Milano
ideato e diretto da Emma Dante
con Elena Borgogni, Sandro Maria Campagna, Viola Carinci, Italia Carroccio, Davide Celona, Sabino Civilleri, Roberto Galbo, Carmine Maringola, Ivano Picciallo, Leonarda Saffi, Daniele Savarino, Stephanie Taillandier, Emilia Verginelli, Marta Zollet, Daniela Macaluso, Gabriele Gugliara

In scena una comunità in fuga e che si ritrova su di un palcoscenico pieno d’insidie e di tentazioni (il luogo del peccato) ossia il mondo terreno. Su questo palco c’è tutto ciò che serve: la casa, la stanza dei giochi, l’odio, l’amore, il sentiero, il rifugio dove trovar riparo, la paura, il mare, il naufragio, la trincea, la tomba dove piangere i morti, i resti di una catastrofe… Le bestie di scena non faranno altro che immaginare mentre s’illudono di vivere. Senza storie da raccontare, né costumi da indossare, le bestie di scena si muovono maldestramente come al principio di tutto, obbligandoci a dare peso, volume e ingombro al nostro sguardo.

Saremo noi a scegliere, sin dall’inizio, se accoglierli o rifiutarli? A questa e altre domande ha risposto Sabino Civilleri il quale ci ha accolto, prima di svestire i panni di uno delle tante bestie in scena, al Piccolo Strehler.

Sul palco vuoto, dentro una scatola nera delimitata da un fondale e sei quinte, il corpo di queste anime avvinghiate in una ronda silenziosa diventa il custode di un segreto. L’uscita è vietata, dalla quinta arrivano segnali di fuoco e da questo recinto le bestie non potranno più uscire. Mentre noi di StarsSystem vi consigliamo di entrare nel Teatro Piccolo Strehler per applaudire Sabino e la sua comunità di Bestie di scena.

Related Post