TVLand: aggiungi un posto al tavolo (televisivo)
20 Aprile 2018
Gran Canaria: il paradiso all’improvviso
23 Aprile 2018

By TiTo Ciotta
23 Aprile 2018

Dopo un lungo percorso attorale, con diversi registi, in cui spicca la collaborazione costante e continua con Giorgio Barberio Corsetti, Roberto Rustioni inizia un proprio percorso autorale e di regia. Tra i diversi riconoscimenti il Premio Ubu 2011 miglior novità straniera per Lucido (bellissimo spettacolo, con il quale ci siamo accorti di lui) e tra i suoi lavori come non citare: Tre atti unici da A.Cechov, Villa dolorosa di R. Kricheldorf e Donne che sognarono cavalli di D.Veronese.

Grazie a una irresistibile attrazione verso il suo ultimo lavoro (ancora work in progress) siamo andati a Teatro i di Milano per vedere lo spettacolo, testo vincitore del Premio Lope de Vega 2015:

FASCINATION
Teatro i / via Gaudenzio Ferrari, 11 – Milano
di Helena Tornero
drammaturgia e messa in scena Roberto Rustioni
con Valeria Angelozzi, Alessandro Bruni Ocaña, Miriam Podgornik, Roberto Rustioni
voce off Maria Pilar Pérez Aspa
video a cura di Raphael Tobia Vogel

Fascination (dal lat. fascinatio – onis)
1. f. illusione o allucinazione
2. f. irresistibile attrazione

Dopo una breve residenza teatrale a Teatro i, nell’ambito del progetto Fabulamundi, Roberto Rustioni mette in scena una prima ipotesi dello spettacolo Fascination, dove si incrociano le storie di quattro personaggi, due uomini e due donne.

Ballare è la mia vita.
Quando sono triste, ballo.
Quando sono felice, ballo.
È impossibile fare la guerra mentre balli.
È impossibile ammazzare qualcuno mentre balli.
Dovremmo ballare sempre e camminare solo di tanto in tanto.
Siamo stati ingannati.
La norma, non è camminare.
È ballare.

Chiaramente ci troviamo all’interno di una sala da ballo, gli incontri e scontri avvengono attraverso la danza, che conferisce ritmo e respiro alla narrazione. Ma mentre la storia procede comincia a emergere qualcosa di segreto e minaccioso.

Curiosi, come sempre, abbiamo incontrato, di fronte al Teatro i, durante una pausa dalle prove, Roberto Rustioni per cercare di scoprire il ‘segreto’ che si cela dietro Fascination.

Dopo la visione di uno spettacolo come Fascination, a noi, è venuta una voglia pazzesca di andare a ballare. Peccato una volta rientrati a casa abbiamo cominciato a riflettere su certe dinamiche ‘aziendali’, ma questo alla fine deve fare il Teatro, farci evadere, intrattenere e riflettere. Vi siete persi Fascination? Non vi preoccupate! Roberto Rustioni torna in scena, a maggio, con un altro spettacolo:

DONNE CHE SOGNARONO CAVALLI
dal 16 al 20 maggio 2018
Teatro Elfo/Puccini _ SALA Fassbinder / Corso Buenos Aires, 33 – Milano
di Daniel Veronese
adattamento e regia Roberto Rustioni
con Valeria Angelozzi, Maria Pilar Perez Aspa, Michela Atzeni, Paolo Faroni, Fabrizio Lombardo, Valentino Mannias

Continueremo a seguire Roberto Rustioni e il suo teatro contemporaneo anche al Teatro Elfo/Puccini aspettando di vedere la completa messa in scena dello spettacolo Fascination prossima stagione. E noi come sempre, in prima fila.