Whitney: il film che spezza il cuore
27 Aprile 2017
Un brutto colpo per Kim Kardashian
28 Aprile 2017

By Matteo Squillace
27 Aprile 2017

Migliaia di dati e immagini raccolte durante tutto il 2016, elaborate facendo una meticolosa selezione e accostate l’una all’altra per dare vita a una spettacolare mappa del mondo in cui viviamo quando si presenta “a luci spente”. La Giornata mondiale della Terra dello scorso 22 aprile ha riportato in auge un tema fondamentale: ci stiamo veramente rendendo conto dell’impatto che hanno le nostre azioni sull’ambiente?

La mappa globale, fornita ovviamente dalla NASA, è stata raccolta da Suomi NPP, un satellite che dal 2011 orbita intorno alla Terra e osserva ogni porzione di territorio alle 13:30 e alla 1:30 di notte. Il suo occhio è in grado di rilevare persino le luci di un peschereccio in mezzo al mare. Un lavoro scrupoloso, ma che negli ultimi sei anni ha permesso di analizzare i comportamenti dell’uomo, monitorare le emissioni di calore e osservare l’ingrandirsi di metropoli. In futuro, il ruolo di Suomi NPP sarà quello di scrutarci dall’alto e provare a prevenire disastri naturali dettati dal cambiamento climatico.