Imago: una perfetta fusione
23 Novembre 2017
Ilian Rachov – Arte Sacra
23 Novembre 2017

By TiTo Ciotta
23 Novembre 2017

Dal 12 al 31 dicembre prossimo il Teatro Elfo/Puccini ospiterà, nella più accogliente delle sue tre sale, la Sala Bausch, una prima nazionale firmata dall’irresistibile penna di Alan Bennett. Con Una patatina nello zucchero Bennett unisce perfettamente umanità e ironia, caratteristiche dello humour inglese (vedi Il vizio dell’arte e The history boys già rappresentati con successo al Teatro dell’Elfo/Puccini), sconfinando nella comicità, come spesso succede quando non ci si capisce o si cammina su binari differenti.

Una patatina nello zucchero racconta il rapporto tra una madre in età avanzata e un figlio, Graham, colti nella loro non facile e non scontata quotidianità. Questo rapporto dipinge con tratti divertiti e divertenti una situazione famigliare ormai consunta e il rapporto tra due solitudini, tra due diversità che cercano sostegno reciproco in una sorta di strampalato equilibrio. Ma soprattutto racconta un apparente rapporto idilliaco e immutabile che sarà destinato a subire una profonda alterazione. Siamo andati a casa di Luca Toracca per farci raccontare cosa rappresenta per lui lo spettacolo Una patatina nello zucchero.

“Le avevo appena portato su il the questa mattina, quando mi ha detto…”

… con questa battuta Graham alias Luca Toracca apre lo spettacolo Una patatina nello zucchero lasciando presagire una giornata scandita da affettuose consuetudini, quando la madre rivelerà al figlio di aver incontrato una sua vecchia fiamma. E così Luca Toracca torna al monologo dopo il successo personale con lo spettacolo Il natale di Harry di Steven Berkoff e vi possiamo assicurare che anche in questo caso saprà come prenderci per mano e accompagnarci in questa storia agrodolce affidandosi all’uso della voce, e all’atteggiamento, per dar corpo ai vari personaggi della vicenda.

Attenzione! Come detto durante la video intervista lo spettacolo Una patatina nello zucchero comincerà alle ore 19:30, orario secondo noi perfetto per andare a Teatro dopo il lavoro. Una gustosa oretta come cibo per la nostra mente.

Una patatina nello zucchero
di Alan Bennett
uno spettacolo di e con Luca Toracca
collaborazione alla regia Ferdinando Bruni