Una partnership di bellezza
23 Marzo 2017
Giornate FAI, l’Italia apre le sue porte
24 Marzo 2017

By Antonino Pezzo
24 Marzo 2017

Oggi è la giornata in cui il nostro paese dovrebbe prendersi un time out e annullarsi nel profumo della carta, in pensieri segreti e in sogni straordinari: Giornata nazionale per la promozione della lettura, come strumento fondamentale per lo sviluppo e la diffusione della cultura.

La sensazione provata nell’atto di leggere è la stessa che si vive durante l’esplorazione di un’area incontaminata, probabilmente il primo uomo sulla luna Neil Armstrong e un rover di Marte sanno di cosa stiamo parlando. Mettere a fuoco una pagina, tatuarsi le parole in mente, assaporare la storia e rappresentare la scena davanti ai propri occhi è uno dei prodigi più magici del mondo, e noi umani dovremmo scalpitare alla verità di riuscire a ottenerlo.

I paragoni sono davvero infiniti: alcuni dicono che la stampa sui fogli è come il cibo, ovvero una goduria; per altri è come farsi una nuotata nell’oceano all’ora del tramonto, accanto ad esseri marini (i nostri personaggi) che ti aiutano a comprendere lo spazio circostante; altri ancora affermano che leggere un libro è come librarsi in aria e gettarsi a picchio in terra per poi ritornare a volare nel cielo sconfinato.

Si vedono libri ovunque, per strada, in metro, in aereo o in banca durante un’attesa. Leggere è conoscere più a fondo se stessi, è morire nelle mani di chi narra qualcosa che ti conquista, è fare in modo che la propria anima si ricongiunga al genere di appartenenza. Se volete elevare il vostro spirito ed estraniarvi per un attimo dalla quotidianità incalzante, per mezzo di viaggi in mondi sconfinati, e cercare il vostro io, fate un salto in libreria o popolate le biblioteche della città. Quando vi troverete, potrete finalmente afferrarvi e offrirvi al mondo.