Tristan Thompson: il clan Kardashian perde i pezzi
16 Aprile 2018
Itinerari: notti bianche di San Pietroburgo
17 Aprile 2018

By TiTo Ciotta
16 Aprile 2018

Nato a Milano, ma di origini siciliane (non si direbbe, vero?), inizia il suo percorso artistico giovanissimo, 16 anni, con la compagnia stabile milanese Teatrosempre diretta da Rino Silveri e Piero Mazzarella con la quale collabora fino all’ingresso all’Accademia Nazionale d’Arte drammatica Silvio d’Amico, diplomandosi nel 2001. Ha lavorato con artisti del calibro di: Franco Branciaroli, Corrado Pani, Ottavia Piccolo e Luca Ronconi. È tra i protagonisti de L’onore e il rispetto, fiction diretta da Salvatore Samperi e altre fiction di successo quali: Il peccato e la vergogna e Squadra antimafia. E’ anche al cinema con Good as you e Magnifica presenza di Ferzan Ozpetek, ma è il teatro la sua dimensione naturale.

Lo abbiamo scoperto, artisticamente, grazie al duo Ricci & Forte nello spettacolo Troia’s discount nel ruolo di Dido (Didone) per poi ritrovarlo in molte produzioni del teatro, che potremmo definire la sua seconda casa, l’Elfo/Puccini; L’ultima recita di Salomè di Oscar Wilde, Il racconto d’inverno di W. Shakespeare, Improvvisamente l’estate scorsa di Tennessee Williams, Sogno di una notte di mezza estate di W.Shakespeare fino a Afghanistan, il grande gioco.

Da poco concluse le repliche, in tutta Italia, dello spettacolo Mariti e Mogli di Woody Allen, in scena con un’altra signora delle scene qual è Monica Guerritore, Enzo Curcurù torna a “casa” con lo spettacolo:

ARISTOFANE SHOW!
fino al 22 aprile 2018
Teatro Elfo/Puccini _ SALA Bausch / Corso Buenos Aires, 33 – Milano
traduzione scenica e regia Enrico Zaccheo
con Enzo Curcurù

Siamo andati a trovare Enzo Curcurù direttamente nel camerino del Teatro Elfo/Puccini (diventato anche la nostra seconda casa) il quale ci ha presentato il suo Aristofane. Che lo show abbia inizio.

Come un detective sulle tracce dell’essenza dell’autore, giocando insieme al pubblico in un buffo cabaret, il bravo Enzo Curcurù ci prende per mano e ci conduce nel mondo di Aristofane trasformandosi continuamente nei suoi personaggi da Lisistrata a Socrate, dal comico Euripide al protagonista di Nuvole, fino ai dialoghi a tre voci, punte massime del meccanismo comico aristofaneo. Passando in rassegna 14 grandi protagonisti, fra canzoni politically S-correct e improbabili situazioni spassose, ciò che si scopre è la ricca eredità di Aristofane: la satira. Se avrete voglia di ridere di noi, fra noi, vi consigliamo di non perdervi Enzo Curcurù e il suo One Man Show con Aristofane, ma a teatro.