Top Ten 2018 – I film imperdibili
7 Febbraio 2018
Massimo Leonardelli – Il re delle PR
8 Febbraio 2018

By TiTo Ciotta
07 Febbraio 2018

Nasce a Marsala, ma vive e lavora a Roma. Migliore attrice al Roma Fringe Festival 2014 con lo spettacolo Taddrarite e alla rassegna Teatri riflessi 2013 di Catania con Giacominazza, entrambi di Luana Rondinelli. In teatro recita nella pièce Nuda proprietà di Lidia Ravera al fianco di Lella Costa e Paolo Calabresi e in Orlando con Isabella Ragonese. È la protagonista del cortometraggio Viola, Franca diretto da Marta Savina, che le ha valso la nomination come miglior attrice al Manhattan Short Film Festival e il premio come miglior attrice al Premio Afrodite Short, presieduto da Serena Dandini. Viola, Franca ha vinto inoltre due Emmy Award ed è stato nominato tra i finalisti ai David di Donatello come miglior cortometraggio. Per la televisione ha numerose produzioni al suo attivo, tra le prossime apparizioni ricordiamo almeno Mario Francese (del ciclo Liberi Sognatori nel ruolo della moglie di Totò Riina), La mafia uccide solo d’estate 2 e L’allieva 2.

Stiamo parlando di Claudia Gusmano che ‘sbarca’ a Milano nell’ambito della terza edizione della rassegna teatrale Palco Off dedicata ad attori, autori e storie di Sicilia presso il Teatro Libero, con il suo spettacolo (scritto, diretto e interpretato) dal titolo Mozza.

Incuriositi dal duplice significato di Mozza; “marinaia” per desiderio e “mozzata” per volontà, abbiamo chiacchierato con la brava Claudia per farci raccontare questo monologo, intimo e appassionato, di una giovane donna e del suo bisogno di libertà.