Bebe Vio, ragazza magica
19 Aprile 2017
Lorella Cuccarini: “Dedicato” a tutte le donne
19 Aprile 2017

By Antonino Pezzo
19 Aprile 2017

Cirque Du Soleil è: donne contorsioniste che fondono parti del corpo in modi difficilmente concepibili per la mente umana, e soprattutto per gli occhi; ragazze sospese a diversi metri d’altezza aggrappate a un cerchio con l’aiuto solo della nuca, e poi mimi, giocoleria di ogni tipo, uomini che saltano come proiettili e si lanciano lungo una stanga, dall’alto verso il basso, per fermarsi a un istante dallo schianto. Tutto ciò, naturalmente, nell’assenza totale di animali.

L’Italia vedrà tutto questo a partire dal 30 Aprile 2017, Roma in particolare, perché il circo in questione, tra i più importanti e famosi del mondo, fondato nel 1984 dall’ex-mangiatore di fuoco ventitreenne Guy Laliberté a Montreal insieme a Gilles Ste-Croix e Daniel Gauthier, tornerà dal Canada a stimolare la nostra fantasia.

Quel che è certo è che Cirque Du Soleil rappresenta una sicurezza nelle attività mondiali circensi. Gli spettacoli che propone lasciano un segno davvero indelebile dentro di noi. La compagnia conta circa 5.000 dipendenti, con quasi 20 spettacoli dislocati qua e là sul globo, tutti differenti. Ciò che si vede a Las Vegas non è mai uguale a ciò che si osserva a New York oppure in Europa, e anche l’Italia, dal suo canto, si sentirà orgogliosa per lo show assegnatole.

Le esibizioni partono da una trama centrale da cui se ne ramificano di altre, mentre la parte musicale è diversa da quella adoperata nei circhi di stampo tradizionale. Gli arrangiamenti e le colonne sonore sono tutti suonati dal vivo: il brano di maggior successo è Alegría.

Per l’occasione italiana il numero degli atleti è costituito in gran lunga dal mondo femminile, grande protagonista. La storia, per la prima volta d’impianto teatrale, è liberamente ispirata a La Tempesta di Shakespeare, e racconta l’amore impossibile tra la figlia della regina Prospera e un giovane naufrago approdato sull’isola Amaluna.

La regia dello spettacolo è stata affidata a Diane Paulus.