Filippo Renda – Il Mercante di Venezia
20 Novembre 2017
Licia Lanera – Una popstar a teatro
21 Novembre 2017

By Riccardo Galeazzi
20 Novembre 2017

Mentre gli occhi dei più erano fissati sul mediatico Festival del Cinema di Roma, noi di StarsSystem abbiamo deciso di recarci ad Argenta – paesello della Bassa in provincia di Ferrara, in cui, dal 27 al 29 Ottobre, si è svolta la 13^ Edizione dello ZeroTrenta Corto Festival – perché talvolta è più facile trovare arte e innovazione nei cortometraggi degli autori minori, che nei lunghi firmati da registi di successo. Non facciamo paragoni, ma vogliamo raccontarvi quello che abbiamo trovato; sono infatti davvero pochi quelli che sanno di questo piccolo, grande evento. Argenta ha ospitato la prima edizione nel 2005 e da allora, quando c’era più gente sul palco che in sala, l’evento è cresciuto ed ha attirato l’interesse dei pochi cittadini prima e dell’intera Emilia Romagna dopo, fino ad espandere la sua fama in tutto il mondo.

Abbiamo conosciuto il fondatore: Simone Nerini, un giovane architetto che non si è mai cimentato in una produzione, ma che ha sempre avuto un interesse speciale per la Settima arte. Ci ha detto una cosa molto interessante: “Ci sono tre gruppi di persone. Quelli che non sanno che esistono i cortometraggi, quelli che considerano il cortometraggio un ‘intrattenimento’ palloso e quelli che vedono nel cortometraggio la passione degli autori del futuro”.

E sicuramente i trenta volontari che ogni anno si impegnano per organizzare lo ZeroTrenta appartengono a questo ultimo gruppo. Si può definire passione anche la loro, in quanto nessuno lavora direttamente col mondo del cinema. Mettono semplicemente a disposizione il loro entusiasmo affinché poi i propri compaesani godano di uno spettacolo nuovo e diverso e gli autori si sentano gratificati. Lo ZeroTrenta Corto Festival non ha niente da invidiare ad altri concorsi cinematografici. Ogni anno vengono proiettati poco più di trenta corti di durata compresa tra gli zero e i trenta minuti (da qui il nome della manifestazione). E l’edizione appena finita in archivio è stata la prima a guardare anche alle produzioni internazionali. Durante la serata conclusiva sono stati assegnati i Premi per i migliori regia, sceneggiatura, fotografia, montaggio, colonna sonora, attore e attrice e videoclip, più il Premio ZeroTrenta al miglior corto in assoluto, il Premio del Pubblico e i premi degli sponsor.

Ma la gioia del Festival continua tutto l’anno con altre iniziative di cui la più importante è di certo quella riservata alle scuole: dal 2004 viene indetto un concorso per ogni scuola media dell’Emilia. I ragazzi sono invitati a ragionare su un tema e a scrivere una sceneggiatura. La migliore potrà essere realizzata grazie ai contributi di ZeroTrenta e il corto che ne sarà tratto verrà proiettato in sala durante la successiva edizione del Festival.