Upside Down

Muse
27 Febbraio 2013
Focus on Luca Sabbioni
28 Febbraio 2013

Upside Down

Il film “Upside Down” diretto da Juan Solanas, con protagonisti Kirsten Dunst e Jim Sturgess, uscirà, solo in 2D, oggi 28 febbraio nelle sale.

 

 

Eden (Kirsten Dunst)
Eden è una giovane ragazza che vive nel mondo di sopra, ricco e prosperoso, collegato a quello di sotto unicamente attraverso la società Trans World, dove lei lavora. Eden ha un segreto: è innamorata di Adam. L’unico inconveniente è che il ragazzo appartiene al mondo di sotto e un rapporto tra i due è severamente vietato.

Adam (Jim Sturgess)
Adam è un ragazzo che vive nel mondo di sotto, povero e degradato, ai cui abitanti è severamente proibito accedere al mondo di sopra. Ha perso i suoi genitori da piccolo e da quel momento sono davvero poche le persone che gli sono vicino. Un giorno Adam conosce Eden e se ne innamora perdutamente. Presto riuscirà a farsi assumere al Trans World, dove lavora la ragazza, con il solo scopo di ritrovarla.

Note di regia
L’avventura di “Upside Down” è cominciata una mattina, al mio risveglio. Un giorno mi sono svegliato ed ho “visto” un’immagine: due montagne invertite che si fronteggiavano, una sotto all’altra. Si tratta di un qualcosa che arriva nei miei pensieri sempre sotto forma d’immagine. Niente parole, solo un’immagine, che s’impone e che sostituisce ciò che mi mostrano gli occhi, come un’apparizione. È stato lo stesso per i miei due film precedenti, il cortometraggio “L’homme sans tête” e il mio primo lungometraggio “Nordeste“. Questa immagine, con le due vette che quasi si toccano, si è insinuata in me e mi ha affascinato immediatamente. Su ciascuna delle vette, vi erano due esseri. Un uomo, in basso, che guardava verso l’alto, e una donna, che si trovava sull’altra cima con la testa rivolta verso il basso. Ho capito immediatamente che doveva esserci una storia d’amore tra di loro, ma che questo amore sarebbe stato quasi impossibile… Non era solamente una bella immagine, mi rendevo conto che essa trasmetteva delle cose che mi toccavano, riguardanti la mia vita personale.
Juan Solanas

Ecco il trailer.