About “A by Anabelle”
27 Novembre 2017
Livia Grossi – Una freelance a teatro
27 Novembre 2017

By Fabrizio Imas
27 Novembre 2017

Il 24 Novembre scorso ha avuto inizio la trentacinquesima edizione del Torino Film Festival, che dopo dieci anni si racconta dal cuore della città ovvero la Mole Antonelliana, nuova sede del Museo del cinema. La risposta è stata, come al solito, più che soddisfacente: nonostante il gelo che avvolge Torino in questi giorni le file fuori da cinema del centro città sono chilometriche, e non mancano film di assoluta qualità e anteprime mondiali.

Come orientarsi e, soprattutto, cosa scegliere andando a colpo sicuro? Partiamo da uno dei film più attesi di tutta la rassegna ovvero Smetto quando voglio ad honorem, che chiude la spassosa trilogia tutta italiana firmata da Sydney Sibilia. Presentazione in programma lunedì 27, mentre per martedì occhi puntati su Wind River di Taylor Sheridan (quest’ultimo sceneggiatore di Hell or High Water, in concorso come Miglior Film agli scorsi Academy). A proposito di Oscars, giovedì 30 potremo finalmente ammirare la prodigiosa interpretazione di Gary Oldman ne L’ora più buia, film nel quale l’attore britannico veste i panni di Winston Churchill.

Si chiude sabato 2 con The Florida Project (Sean Baker), con un insolito Willem Dafoe a gestire un motel nei pressi di Disney World, a Orlando. Senza dimenticare che tutta la settimana sarà caratterizzata dalla retrospettiva su Brian De Palma. Da “Scarface” a “Carrie”, saranno proiettati i lavori più acclamati di uno dei maestri contemporanei del thriller.

Una questione va però aperta. Dopo tanti anni di Festival è difficile capire come non si riesca ad alzare l’asticella aggiungendo un tocco glam agli eventi del TFF. Nessuno pretende uno sbarco al Lido tipo Festival di Venezia, ma un pizzico di cura e attenzione in più in questo senso gioverebbe. Sembra che da parte degli organizzatori ci sia la paura che, aumentando il tasso di spettacolarizzazione, si vada ad inficiare sulla qualità del film. Questo non può e non deve passare. Ad ogni modo, buon Festival a tutti.