Luigi Magni, l’ottavo re di Roma
17 Febbraio 2017
Atelier Emé, apre a Roma il nuovo flagship store
17 Febbraio 2017

By Matteo Squillace
17 Febbraio 2017

Cast confermato, regista ancora no anche se sembrano esserci degli sviluppi clamorosi. Il sequel di Suicide Squad, uno dei film più visti dello scorso anno con gli oltre 300 milioni di dollari incassati nei botteghini americani, è ancora fase embrionale, ma a dirigerlo potrebbe essere addirittura Mel Gibson. Il regista di Apocalypto e candidato a ben sei primi Oscar per Hacksaw Ridge è stato recentemente contattato dalla Warner, che sta provando in tutti i modi a convincere Gibson a prendere le redini del progetto. Un cambio in cabina di regia ambizioso e obbligato, visto che David Ayer (che non è riuscito a convincere del tutto critica e pubblico) dirigerà Gotham City Sirens.

“Sono più violenti di qualsiasi cosa abbia mai fatto. Nei miei film contano i personaggi, ed è questo che rende tutto più rilevante” era stato il commento di Gibson riguardo ai riadattamenti cinematografici dei fumetti Marvel. A Burbank, dove ha sede il quartier generale della Warner, attendono con ansia la risposta del diretto interessato: nel caso però dovesse arrivare il gran rifiuto da parte di Gibson, i nomi in lizza sono quelli di Jonathan Levine e Daniel Espinosa. Noi ovviamente ci auguriamo che la trattativa vada a buon fine: sarebbe la soluzione definitiva per alzare il tasso di epicità della saga (proprio quello che mancava al primo capitolo).