Virna Lisi – La Regina del cinema italiano
18 Dicembre 2015
Gli anni ruggenti del burlesque
30 Dicembre 2015

Incassi stellari per il settimo capitolo della saga di George Lucas, come da aspettative. Sì perchè non solo il film ha conquistato l’attenzione dei fan accaniti della saga (molte meno persone di quanto crediate, fidatevi), ma con l’hipe strepitoso che si è creato in quest’ultimo periodo, per molti è stato il primo episodio in assoluto della saga.

star_wars_1

Ok ok… Sarebbe stato decisamente meglio farsi una bella maratona di tutti i primi sei capitoli, come hanno fatto in molti, per assaporare e capire meglio il settimo film, sono d’accordo! Ma la forza di questa saga stellare è proprio questa! Ogni generazione ha la propria trilogia, e Lucas ha permesso ad ogni generazione appunto, di appassionarsi a Star Wars. La prima trilogia, uscita alla fine degli anni 70, è stata il trampolino di lancio per un più che roseo futuro. La seconda trilogia, uscita nel 1999, ha fatto innamorare quella che oggi è la Nerd Generation. La terza trilogia… Beh è presto per dirlo dato che abbiamo assistito solo ad 1/3 dell’opera. Prima di tutto mettiamo in chiaro una cosa per i quali Il Risveglio Della Forza è stato il primo capitolo visto, ma prima una citazione di una mia cara amica che fa parte, appunto, delle persone che si sono persi i primi sei capitoli: “Bah, non mi è mica piaciuto… Non ho capito molto, soprattutto il finale! Finisce malissimo! Come se dovesse continuare.. Ma dai!”, e io le risposi: “E grazie! E’ una trilogia!”. Sì! E’ una trilogia! Detto questo, andiamo avanti. Come si fa a non appassionarsi ad una saga che solo di pubblicità pre-film è apparsa…ehm…più o meno ovunque?! Sul serio! Ho visto con i miei occhi in vendita la carta igenica di Star Wars! Con tanto di Storm Trooper disegnati! La carta igenica! Voglio dire… Ci sarà pur un motivo per tutte queste aspettative, no? Andiamo al film…

Star Wars – Il Risveglio Della Forza… Molto bene! Ma non benissimo. Se chiedessi alla maggior parte dei fedelissimi fan OGGETTIVI un’opinione, ti diranno una cosa del tipo “sì bello…però…..”. Beh, questo film ha davvero tutto quello che i fan della saga aspettavano con ansia di rivedere, con i nuovi effetti speciali che i nostri tempi ci offrono, ma non solo! Ci sono altri aspetti molto attesi. Nel film abbiamo visto davvero tutto: prima di tutto gli eredi delle trilogie passate, poi battaglie aeree, battaglie a terra a suon di blaster e spade laser, e anche citazioni delle trilogie passate stesse (ad esempio quel bel Camminatore AT-AT steso al suolo sul pianeta Jakku all’inizio del film che fa da casa alla giovane Skywalk…ehm! Rey… Alla giovane Rey).

Star Wars VII presenta anche dei nuovi protagonisti molto ben caratterizzati. I giovani ragazzi se la solo cavata egregiamente, a mio parere, non facendo rimpiangere le vecchie star. Ovviamente ci sono dei personaggi della prima trilogia che non potevano mancare, come Han Solo (Harrison Ford), Chewbecca e la principessa Leia (Carrie Fisher). Inoltre il cattivo di turno, Kylo Ren, bene o male se la cava, anche se non possiede certo lo stesso fascino di [SPOILER] suo nonno Darth Vader.

Ok! Ma quindi? Questo film ha proprio tutto quello che i fan volevano! Perchè “non benissimo”?

La risposta è proprio nella domanda: questo film è esattamente come lo si era immaginato, nulla di più. Non ha fondamentalmente qualcosa di nuovo nella trama che non si sia già visto nei precedenti capitoli (infatti qualcuno mi ha fatto notare che è veramente MOLTO simile a Star Wars IV – Una nuova speranza). Questo è l’unico rammarico per una macchina da incassi quasi perfetta (fatta eccezione per una scena in cui il povero Harrison Ford è costretto a correre per salvare la pelle ma, data l’età, è chiaramente in difficoltà… Diciamo che non ne esce molto aggraziato).

Si potrebbe fare un paragone prendendo il buon (si fa per dire) Kylo Ren. Questo personaggio, come tutto il film, è ossessionato indiscutibilmente dal suo predecessore, talmente tanto che lo copia in tutto e per tutto, dalla maschera, al modo di camminare, alla voce. Così è il film: ossessionato dai predecessori, tanto da smarrirsi in un qualcosa di già visto (una copia molto ben riuscita però).

Questo non vuole ASSOLUTAMENTE svalutare la qualità del film. Anche qui apro una parentiesi: tutte le trilogie dell’universo Star Wars hanno non pochi buchi nella trama, ma di certo non mi soffermerò su questo. Questo film è da prendere con tutto lo stile ereditato, e analizzato tenendo conto solo della storia della saga. La magia e l’atmosfera che crea questa saga è unica e incredibile, già solo sentendo la sigla d’entrata ti viene la pelle d’oca. Un film assolutamente da vedere sia per i fan sfegatati, poichè la storia e tutto il contesto è decisamente in linea con le trilogie passate, sia per chi non ha mai visto un solo film della saga, perchè fidatevi… Ci sono buone possibilità che questo film vi costringa ad andare a ricercare i vecchi capitoli.

Dopotutto è la trilogia più attesa degli ultimi 30 anni, no?

star_wars_2