La finestra sul cortile – Scorci di collezioni private
10 Gennaio 2017
Meryl Streep, lo sfogo dell’attrice divide l’America
11 Gennaio 2017

By Fabrizio Imas
11 Gennaio 2017

Il Torino Film Festival, per natura, sceglie sempre produzioni indipendenti e raramente vengono invitati a parteciparvi i cosiddetti film mainstream, e così quando il cast stellare è unito ad una tematica particolare il prodotto finale non può certo passare inosservato.

Cosi è stato per King Cobra di Justin Kelly che ha voluto ad interpretare i ruoli di protagonisti nientemeno che James Franco (Joe), Christian Slater (Stephen), Keegan Allen (Harlow), Garrett Clayton (Sean-Brent Corrigan), Alicia Silverstone (Janette), Molly Ringwald (Amy). Stephen è un quarantenne solitario che, sotto lo pseudonimo di King Cobra, produce film porno gay. Sean è un bel diciassettenne pieno di sogni ma con il portafoglio vuoto. Quando si conoscono online, nasce fra i due una collaborazione che porta alla nascita di una star, Brent Corrigan, nome d’arte di Sean.

Attira l’invidia di Joe e Harlow, due marchette spiantate che si improvvisano produttori pornografici e che pur di avere Sean, farebbero di tutto. Anche uccidere. Tratto dal libro best seller Cobra Killer. Il film mette in mostra tutta la superficialità e la ricerca di falsa normalità del mondo della pornografia, bravissimo il regista a dare una chiave di lettura leggermente retrò con una nota comica che contraddistingue le pellicole di genere.