Indovina chi viene a Natale?: recensione

The Crocs: ecco in anteprima " I wanna trust in Santa (.. a Christmas tale)" il nuovo video di Natale!
16 Dicembre 2013
Eminem & Rihanna: The monster
17 Dicembre 2013

Toc, toc… Natale è alle porte, e cosa poteva mai pensare il regista Fausto Brizzi? Beh, di regalarvi una commedia prettamente natalizia come “Indovina chi viene a Natale?”, che ammicca palesemente al super classico “Indovina chi viene a cena?” del 1967, di Stanley Kramer, e si struttura intorno al raduno di parenti per il gran cenone accanto all’albero tutto addobbato.

Infatti, nel film siamo a Natale: quel magico momento in cui ci si sente più buoni,  si cantano canzoncine tradizionali, si regalano doni ai bambini, e si commette sempre quel piccolo, immenso, catastrofico errore, di invitare tutta la propria famiglia per il gran cenone. Tra suocere inconsolabili, improbabili parenti acquisiti, ragazzini pestiferi, genitori alle prese con i nuovi fidanzati di figlie e sorelle, e indimenticabili cantanti anni Sessanta, la nuova commedia di Fausto Brizzi, vi spiffererà la verità: Babbo Natale, forse, non esiste, ma i parenti, purtroppo, sì.

Così, il regista di “Ex” e “Notte prima degli esami”, dirige un cast all star (Cristiana Capotondi, Raoul Bova, Diego Abatantuono, Rosalia Porcaro, Carlo Buccirosso, Claudio Bisio, Claudia Gerini, Isa Barzizza, Angela Finocchiaro, Gigi Proietti) ognuno con un ruolo ben definito, che riesce a intrattenere il pubblico e a rendere la pellicola una commedia leggera, infarcita di scene e gag comiche più o meno riuscite. E lo fa soprattutto distaccandosi dei cinepanettoni classici, caratterizzati da una ilarità più forte e talvolta più volgare, perché il suo scopo è di offrire al pubblico un’opera di celluloide dai toni più garbati, fruibile per tutta la famiglia.

L’unico neo è che il film in sé sembra avere più i connotati di una fiction, che di un lungometraggio. Comunque, se cercate uno spettacolo poco impegnativo, allora godetevi la pellicola e la sua atmosfera da commedia sentimentale spensierata con il suo intreccio di storie e personaggi, che tra equivoci, gaffe, e tormentoni, riuscirà sicuramente a intrattenervi.