Benvenuti a Marwen: la fantasia prende vita
26 Luglio 2018
Marco Arienti – Fotografia in musica
27 Luglio 2018

By Riccardo Galeazzi
27 Luglio 2018

Il giovane pubblico del Giffoni film festival lo ha visto in anteprima alcuni giorni fa e ne è rimasto entusiasta. Gli Incredibili 2, nuovo attesissimo titolo della Pixar, casa che ha dato i natali a Toy Story, Cars e Nemo, è senza ombra di dubbio il film d’animazione più atteso dell’anno.

Ci siamo lasciati 14 anni fa con la comparsa del Minatore, uomo talpa che con la sua enorme trivella vuole derubare la banca di Metroville, e si riprende proprio da lì. La famiglia degli Incredibili decide di intervenire: ce la mette proprio tutta, ma nonostante gli sforzi il Minatore fugge lasciando la città distrutta. L’immagine che resta al mondo è che i supereroi sono in grado solo di peggiorare la situazione. La legge che obbliga i “super” all’anonimato è più forte che mai. Accade però che un certo Winston Deavor, proprietario della azienda di telecomunicazioni Devtech, si metta in contatto con la famiglia e proponga loro di portare alla ribalta gli eroi e spingere il governo a cancellare la legge. Per farlo è necessario attuare un piano mediatico che faccia cambiare la posizione della gente a riguardo. Elastigirl – alias Elen Parr – è la testimonial migliore per la campagna, ma il lavoro la terrà lontana da casa per un periodo. Mr. Incredibile/Bob dovrà quindi dedicarsi interamente alla famiglia, svolgendo da solo gli incarichi di due genitori.

È questa la premessa di un sequel che purtroppo, come ogni sequel di un gran capolavoro, non è all’altezza del primo capitolo. Tuttavia Gli Incredibili 2 è davvero un bel film. I supereroi sono un classico della cinematografia fantasy del nostro tempo. Dagli Avengers alla Justice League, uomini e donne corazzati saltano a destra e a manca grazie ai propri super poteri o tutt’al più per mezzo di marchingegni tecnologici che se esistessero davvero, costerebbero quanto il debito pubblico del nostro Paese. È però Gli Incredibili, un film per famiglie, a portare senza tanti effetti speciali, la riflessione nella giusta direzione.

«Se fatto bene il mestiere di genitore è un atto eroico.» dice la stilista Edna Mode, ancora doppiata da Amanda Lear. Ne Gli Incredibili 2, Mr. Incredibile non dovrà più sono fronteggiare i cattivi che minacciano la stabilità della Terra. La vera missione sarà gestire e aiutare i tre figli: Violetta, adolescente che a causa dei suoi poteri non può avere un ragazzo, Flash, bambino alle prese con il vero problema della vita: la matematica, e Jack Jack, il bebè che quando si arrabbia invece di piangere prende fuoco. Il messaggio di mamma Disney, un po’ politically correct, ma vero, è che non è necessario essere strafighi, palestrati o ricconi alla moda per essere gli eroi di. Basta far fruttare al meglio i talenti che abbiamo, affrontando con coraggio le prove che la vita ci mette di fronte.

Gli Incredibili 2 è uscito il 5 giugno negli Usa ed è stato da subito un successo. Google gli attribuisce il 94% di favore da parte del pubblico. Gli incassi del primo weekend sono stati i migliori del 2018. Noi dobbiamo aspettare ancora un poco per vederlo; il film sarà in sala dal prossimo 19 settembre. Per ora gustiamoci il trailer.