Oyes…non è un gabbiano
27 Ottobre 2017
Cinque miti da sfatare
30 Ottobre 2017

By Fabrizio Imas
27 Ottobre 2017

È partita in grande stile la dodicesima edizione della Festa del Cinema di Roma: da qui al 5 Novembre la rassegna coinvolgerà tutta la città ma il punto nevralgico (dove sfileranno celebrities e attori internazionali) rimane l’Auditorium Parco della Musica disegnato da Renzo Piano. Il film prescelto dalla commissione per aprire le danze è Hostiles di Scott Cooper. Il regista di Black Mass e Il Fuoco della Vendetta nel suo ultimo film lancia un messaggio fondamentale: senza inclusione non c’è futuro. 

Hostiles racconta la storia di un capitano dell’esercito (Christian Bale) che farà di tutto per riportare un capo Cheyenne e la sua tribù alle loro terre. E per farlo dovrà andare contro tutto e tutti. Come ieri, anche oggi in America niente sembra essere cambiato. A presentare il film, assieme a Cooper, c’era la splendida Rosamunde Pike. L’attrice britannica è stata la stella più splendente del red carpet, mentre subito dopo è toccato a Christoph Waltz fare contenti i tantissimi fotografi accreditati. “La mia fortuna è stata quella di saper recitare bene nel ruolo del cattivo: è così che ho convinto Tarantino. E se devo dire la verità, quello del villain è anche il ruolo che mi diverte più”. Queste le parole del due volte premio Oscar che, impeccabile ed elegantissimo, si è concesso senza problemi a tutti suoi fans che lo aspettavano per un incontro ravvicinato. Nonostante – parole sue – non sia proprio un fan di selfie e social media.