Preppers: pronti per la fine del mondo?
26 Maggio 2017
Cannes 2017: vincitori e vinti
29 Maggio 2017

By Barbara Cialdi
29 Maggio 2017

Estate. Tempo di vacanza. Lunghi viaggi o brevi pause poco importa, l’importante è staccare la spina, divertirsi, incontrare nuove persone e scoprire nuovi luoghi. Magari vivere come in un film per qualche giorno. E, quindi, quale occasione migliore per visitare proprio le località in cui sono stati girati (o hanno ispirato) film e serie tv? Il cineturismo, così viene chiamato il pellegrinaggio nei luoghi simbolo delle storie che ci hanno appassionato sul piccolo e grande schermo, permette di visitare le location dove si sono svolte gesta eroiche, o fatto da sfondo ad avventurose e intense storie d’amore. 

In Italia la meta più affascinante in questo senso è Verona: tutto partì da Romeo & Giulietta, l’opera di William Shakespeare divenuta poi film del maestro Franco Zeffirelli che ha sempre richiamato numerosi visitatori da ogni parte del mondo a girovagare nel palazzo in cui visse – pare- la bella discendente della famiglia Capuleti.

Una storia tra realtà e leggenda, simbolo dell’amore romantico dal finale funesto che da sempre appassiona intere generazioni. 

Vi è poi il castello di Agliè in Piemonte, conosciuto come il castello di Elisa di Rivombrosa, o la celeberrima casa del Commissario Montalbano che si trova a Punta Secca, frazione di Santa Croce Camerina, in Provincia di Ragusa. Per Vigata, il comune di fantasia che fa da sfondo alle avventure del commissario nato dalla penna di Andrea Camilleri, lo scrittore si è invece ispirato alla suggestiva Porto Empedocle, sua città natale in provincia di Agrigento.

E come dimenticare il vincitore di tre premi Oscar, Il Postino, capolavoro dell’indimenticabile Massimo Troisi ambientato nelle straordinarie isole di Procida e Salina? Il successo internazionale di questo film ha diffuso nel mondo la magica atmosfera tutta italiana delle isole del sud e moltissimi turisti hanno sostato, almeno una volta, nella Locanda del Postino affacciata proprio sul porto di Procida, luogo dove nacque l’amore tra Mario Ruopolo (Massimo Troisi) e Beatrice, interpretata da una giovanissima Maria Grazia Cucinotta.

Agli inizi degli anni ’60 Pier Paolo Pasolini per Il Vangelo secondo Matteo si recò a Matera, e le suggestive atmosfere dei Sassi stregarono dopo molti anni anche Mel Gibson, in cerca della location adatta per girare La Passione di Cristo. 

Uscendo confini italiani, a Monaco di Baviera si possono rivivere le golose avventure del film di Mel Stuart Willy Wonka e la fabbrica di cioccolato. E tanto per rimanere in tema, nel villaggio medievale di Flavigny-sur-Ozerain in Francia è stato ambientato il lungometraggio di Lasse Hallstrom Chocolat, con protagonisti Johnny Depp ed una conturbante Juliette Binoche. 

E se Parigi diviene ancora più bella grazie a Woody Allen nelle splendide inquadrature di Midnight in Paris, Pane e Tulipani e La Grande Bellezza esaltano oltre ogni limite il fascino di location uniche come Venezia e Roma.

Oltreoceano c’è solo l’imbarazzo della scelta. A New York ogni angolo di strada fa tornare alla mente centinaia di pellicole che hanno fatto storia del cinema, mentre rimarrete spiazzati nel sapere che la serie di Baywatch è stata girata quasi interamente alle Hawaii, e non in California. Il Golden State rimane comunque preso da assalto da orde di turisti e fan della serie, speranzosi di assistere ad un salvataggio in diretta. E, visto che in questi giorni è disponibile la nuova attesissima stagione, non si può non citare la misteriosa cittadina di Twin Peaks. David Lynch la posizionò nello Stato di Washington, a cinque miglia dal confine tra Stati Uniti e Canada: peccato che non è dato sapere da quale cittadina abbia preso spunto il visionario regista.