Biopic mania: 5 personaggi che vorremmo sul grande schermo

Makeup trend: aria di primavera
2 Aprile 2019
TVLand – Amici: il serale diventato maggiorenne
4 Aprile 2019

By Mariella Baroli
03 Aprile 2019

Nel corso del 2018, Hollywood ha prodotto oltre 20 pellicole che raccontano le storie di personaggi noti. Non solo, le biopic compongono più della metà della black list (lista di copioni non ancora prodotti, preferiti dai pezzi grossi del settore) e sono tra gli script più acquistati negli ultimi dodici mesi. Una vera e propria moda che, dopo il sorprendente successo di Bohemian Rhapsody, è destinata a farla da padrone anche nel 2019. Le ragioni dietro al successo di questo genere sono molteplici. La presenza di un personaggio reale che il pubblico già conosce e capisce attrae attori e attrici di spicco, soprattutto quelli in ricerca di riconoscimenti (che ne dicano, tutti vogliono vincere una statuetta). Le biopic si sono inoltre mostrate negli anni le perfette candidate – e vincitrici – agli Oscar. Lo scorso anno, tutte le nomination come Miglior Attore Protagonista (ad eccezione di A Star is Born) vedevano interpretazioni di persone realmente esistite. Lo stesso vale per la controparte femminile, dove negli ultimi 15 anni oltre la metà delle vittorie sono andate per ruoli reali. Ben dieci delle 21 nomination guadagnate da Meryl Streep negli anni sono per interpretazioni in biopic (senza contare Miranda Presley, ispirata alla temibile direttrice di Vogue Anna Wintour). In attesa delle numerose biopic già annunciate, tra cui spiccano la storia dello scrittore JRR Tolkien e la cantante Amy Winehouse, ecco cinque storie vere che in futuro ci piacerebbe vedere sul grande schermo.

J. K. Rowling

La mamma del maghetto più famoso del mondo ha una storia affascinante quanto la sua magica controparte. Forse nella vita della scrittrice non c’erano elfi, pozioni e incantesimi, ma la creazione della serie, dal preside delle elementari che ispira Albus Silente al suo migliore amico con la sua Ford Anglia che si trasformerà poi in Ronald Weasley, è a tratti decisamente unica e incredibile. L’universo fantastico creato da J. K. Rowling dopo un periodo di forte depressione e il successo ottenuto, nonostante le reticenze della casa editrice che non voleva un manoscritto firmato da una donna, sono sicuramente una grande ispirazioni per tutte le età.

ABBA

Dopo l’incredibile successo di Bohemian Rhapsody, cosa ci sarebbe di meglio che puntare su un altro gruppo cult? Dal primo incontro di Bjorn Ulvaeus e Benny Andersson negli anni Sessanta, ai matrimoni con Anni-Frid “Frida” Lyngstad e Agnetha Faltskog (finiti entrambi in divorzio) fino alla nascita degli ABBA, il gruppo svedese ha una storia decisamente piena di alti e bassi. E, come ci ha già confermato Mamma Mia, le canzoni della band sono ancora amatissime. Già immaginiamo una versione karaoke come è successo con la biopic di Freddie Mercury.

Heath Ledger

Sono passati ormai 10 anni dalla morte dell’attore, ma ancora oggi Heath Ledger rimane amatissimo dai fan che lo hanno seguito dal suo debutto. Dalla trasformazione per diventare il Joker più iconico nella storia di Batman al decesso per un mix di sonniferi, ansiolitici e analgesici, una biopic dedicata all’attore potrebbe ripercorrere quella che da molti è stata definita “la maledizione del Joker”. un ruolo capace di entrarti dentro come nessun altro.

Michelle Obama

Il libro appena pubblicato dalla ex first lady, Becoming, è già un successo mondiale, perché non portarlo sul grande schermo? Dal matrimonio con Barack alle difficoltà nel trovare un equilibrio tra la carriera e la famiglia, fino alla rapida ascesa politica del marito. Un viaggio che parte dall’Iowa e finisce alla Casa Bianca, per raccontare le difficoltà che una donna afroamericana si trova ad affrontare ogni giorno, e la forza con cui le ha superate tutte e quante.

Nikola Tesla

Inventore, fisico e ingeniere elettrico, Tesla è una delle figure più controverse dell’ultimo secolo. Il suo lavoro ha gettato le basi per il sistema elettrico a corrente alternata, ma nonostante il suo forte impatto sulla società, il fisico morì senza un soldo e fortemente screditato dai suoi contemporanei. Celebre è la sua rivalità con Thomas Edison; il perfetto pretesto per un film che farebbe davvero scintille.