Battle of the Year – La vittoria è in ballo: recensione

The Lego® movie: poster e trailer
2 Dicembre 2013
Il segreto di Babbo Natale: poster e trailer
3 Dicembre 2013

Battle of the Year – La vittoria è in ballo: recensione

BOTY (Battle of the Year), è la competizione di breakdance più famosa al mondo, dove una volta l’anno, le migliori crew dell’universo si sfidano a passi di danza coreografati. E il film “Battle of the Year – La vittoria è in ballo” di Benson Lee è un dance-movie che pone proprio l’accento su una delle espressioni più coinvolgenti della street dance, ambientandola in un contesto di competizione sportiva. Ispirata al vero campionato del mondo che si tiene ogni anno in Francia, la pellicola strizza l’occhio agli amanti del genere e la presenza di due celebri star, come il cantante Chris Brown e Josh Holloway della serie “Lost”, la rende ancora più appetibile agli occhi di un pubblico giovane.

Nel film, la squadra dei ballerini americani non vince da ben quindici anni e Dante (Laz Alonso), un imprenditore di Los Angeles, decide di chiamare Jason Blake (Josh Holloway), un ex campione di b-boying e allenatore di basket, per formare un dream team capace di dominare il palco. Il magnate dell’hip hop vuole vincere il trofeo e Blake userà ogni mezzo possibile per preparare al meglio la squadra.

E se la storia può risultare troppo lineare, gli effetti in 3D la enfatizzano a tal punto da coinvolgere lo spettatore direttamente, quasi a chiamarlo sul palco e a dare prova delle sue abilità. Quindi, se amate l’hip hop e la breakdance, sicuramente, questo film non vi deluderà. Le fantastiche coreografie e le mille acrobazie dei vari ballerini vi entusiasmeranno. Le spettacolari sequenze dance sono di forte impatto visivo ed emotivo, anche se collocano la pellicola nel filone dei film simili a “Step Up”, per cui se l’originalità viene a mancare, nel complesso “Battle of the Year – La vittoria è in ballo” brilla per le abilità tecniche e le capacità interpretative degli attori. A livello morale, poi, il film ha un carattere formativo ed è ricco di valori quali l’amicizia, la determinazione, il coraggio e il rispetto verso il prossimo.

Quindi, il vibe corale, il talento degli attori (quasi tutti ballerini e veri b-boy professionisti), nonché il riscatto sociale, fanno di “Battle of the Year – La vittoria è in ballo” (riadattamento di “Planet B-Boy”, realizzato dallo stesso regista Benson Lee) un film godibile, che unisce la passione per il ballo all’adrenalina delle sfide. Insomma, una pellicola per veri appassionati.