Diva Universal presenta il docu-film su Dacia Maraini: Io sono nata viaggiando

Glenn Cooper in Italia
12 Novembre 2013
Hunger Games – La ragazza di fuoco: teaser poster e spot Atlas
13 Novembre 2013

Diva Universal presenta il docu-film su Dacia Maraini: Io sono nata viaggiando

Diva Universal (Canale 129 – Sky) presenta in prima tv il 13 novembre alle 17:00, in occasione del compleanno di Dacia Maraini, “Io sono nata viaggiando”, un docu-film in cui la nota scrittrice si racconta per la prima volta. Un viaggio intimo nei suoi ricordi, attraverso le persone e gli avvenimenti che hanno segnato la sua vita e che hanno fatto la storia della cultura italiana.

“Io sono nata viaggiando. Il primo sapore che ho conosciuto, e di cui conservo la memoria, è il sapore del viaggio. Un gusto di bagagli appena aperti: naftalina, lucido da scarpe e quel profumo che impregnava i vestiti di mia madre in cui affondavo la faccia con delizia”.

È un inizio evocativo quello della prima scena di “Io sono nata viaggiando”, il film documentario interpretato dalla più nota scrittrice italiana contemporanea: Dacia Maraini. Un vero “romanzo per immagini”, scritto e diretto da Irish Braschi, accompagnato dalla suggestiva colonna sonora di Teho Teardo (David di Donatello 2009 per “Il Divo”), che racconta in modo inedito, con uno stile poetico, coinvolgente ed emozionante, la vita e le grandi passioni di un’icona della cultura italiana.

Il docu-film dichiarato opera di interesse Culturale nazionale dal Ministero dei Beni Culturali, è prodotto da Francesco Bizzarri ed Emanuele Nespeca per Solaria Film in coproduzione con Karousel Film, in collaborazione con Rai Cinema, con il sostegno di Regione Toscana e con il supporto di UniCredit Credit Management Bank.

Il progetto ha preso il via con il primo ciak battuto in Egitto, dove la troupe di Irish Braschi ha filmato la Maraini in uno dei suoi tanti e straordinari viaggi in una terra lontana: un vero pedinamento zavattiniano tra i mercatini del Cairo, tra le Piramidi e sul lungomare di Alessandria, vissuto come un silenzioso compagno di viaggio.