The Baby Walk – Trilogia sull’identità
2 Maggio 2018
Che corpo!
3 Maggio 2018

By Mariella Baroli
03 Maggio 2018

E se vi dicessimo che Voltaire non ha mai pronunciato la famosa frase: “non condivido le tue idee, ma darei la vita perché tu possa esprimerle” e se scopriste anche che uno dei maggiori esponenti dell’Illuminismo si è arricchito con il traffico di schiavi ed era razzista e antisemita? Arriva finalmente in Italia, edito da XY.IT, Voltaire tra propaganda e menzogne di Marion Sigaut. Un libro che mira a scuotere l’opinione pubblica e gettare nuova luce sulla figura di François-Marie Arouet, al secolo Voltaire.

L’eroe dell’Illuminismo si trasforma così in un antieroe, ossessionato dalla sua fama e pronto a tutto per raggiungerla. Marion Sigaut, storica e scrittrice francese che ha incentrato la propria attività di ricerca principalmente sul XVIII secolo, racconta di come Voltaire abbia sfruttato la sua breve prigionia per apparire come una vittima dell’Ancien Régime ma da cui avrebbe invece tratto innumerevoli privilegi. Nel libro si narra anche del licenziamento di un giovane Rousseau per paura che l’allievo potesse superare il suo maestro.

“Una ragnatela di menzogne impreziosita da qualche dettaglio veritiero e destinata a nascondere l’essenziale”, ecco come la Sigaut descrive il metodo utilizzato da Voltaire per passare alla storia come un paladino del popolo, al servizio del bene comune. Voltaire tra propaganda e menzogne getta luce sugli ideali distruttivi del filosofo che i libri di storia continuano a nasconderci.

Questo libro vuole ristabilire la verità storica che si trova sepolta da cumuli di menzogne e falsità, tramandate negli anni e basate troppo spesso su una sola fonte (anche poco attendibile). Ogni storia nasconde un lato oscuro, e questo è quello di Voltaire.

 

“Voltaire, tra propaganda e menzogna”, di Marion Sigaut, traduzione di Stefano Bruno, EDITORE XY.IT edizioni, pp. 202, € 18,00.